Mangiare pesce fa bene alla salute: tre porzioni a settimana riducono il rischio di cancro intestinale - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Mangiare pesce fa bene alla salute:…
Dalle infezioni dell'orecchio al mal di gola: tutti gli usi antibatterici dell'aglio, un potente antivirale naturale

Mangiare pesce fa bene alla salute: tre porzioni a settimana riducono il rischio di cancro intestinale

1.419
Advertisement

L'espressione “siamo ciò che mangiamo” è più vera che mai, in quanto la qualità e la quantità del cibo hanno un'influenza notevole sullo stato di salute dell'organismo. Seguendo questo ragionamento si potrebbe anche dire che ci ammaliamo più o meno in base a come ci alimentiamo. Se è vero che alcune scelte dietetiche possono causare più danni di altre, è ugualmente valido affermare che determinati elementi a tavola possono svolgere una funzione di prevenzione. 

immagine: Pexels

Nella fattispecie il pesce, mangiato almeno 3 volte a settimana, può ridurre dal 10% al 12% il rischio di cancro intestinale. Lo afferma una ricerca effettuata dall'Università di Oxford in collaborazione con l'Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro (IARC). Lo studio è stato finanziato dal World Cancer Research Fund e pubblicato sulla rivista Clinical Gastroenterology and Hepatology.

L'indagine è stata svolta su un campione di circa 500 mila persone nell'arco di 15 anni, monitorando le abitudini alimentari e l'evoluzione del loro stato di salute. Più di 6.000 soggetti del campione che non avevano introdotto per nulla il consumo di pesce nella loro dieta, hanno sviluppato forme tumorali all'intestino.

Il pesce è ricco di grassi polinsaturi N-3 a catena lunga che contribuiscono a proteggere l'apparato digestivo dai processi infiammatori cronici. È stato stimato che sono sufficienti circa 400 grammi a settimana, quindi pressappoco 3 porzioni in media ogni sette giorni. La ricerca ha considerato l'assunzione di olio di pesce solo tramite il cibo e non attraverso gli integratori. Tuttavia si teorizza che anche sotto forma sintetica queste sostanze possano avere effetti benefici sull'intestino.

Nello studio si sottolinea anche che non tutti i pesci hanno lo stesso effetto positivo sulla salute, infatti i frutti di mare e i molluschi non hanno le medesime qualità nutrizionali delle classiche varietà che vengono considerate carni bianche. Diverse specie possono avere una discreta presenza di metalli pesanti e un elevato tasso di sodio, ma questi inconvenienti possono essere ovviati anche tramite differenti metodologie di preparazione e di cottura.

Tags: CiboSaluteMedicina
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie