Dimagrire camminando è possibile, ma ecco come e per quanto tempo bisogna farlo - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Dimagrire camminando è possibile, ma…
La cheesecake giapponese è soffice come una nuvola e si prepara con soli 3 ingredienti. Da provare! Questi animali scioglieranno di tenerezza il vostro cuore e cambieranno la vostra giornata in meglio

Dimagrire camminando è possibile, ma ecco come e per quanto tempo bisogna farlo

27.699
Advertisement

Avrete sentito spesso dire che la camminata è un modo alternativo per dimagrire e bruciare i grassi in eccesso, e magari vi siete messi subito in cammino per raggiungere i vostri obiettivi fisici.

È vero, dimagrire camminando si può, ma bisogna prima di tutto sapere come e quanto camminare: dettagli che, nel caso specifico della camminata, fanno una grande differenza.

Sarà capitato anche a voi di chiedervi: che andatura devo tenere? Quanti chilometri devo coprire? Quante volte a settimana devo camminare? Ecco tutte le risposte che vi occorre sapere per trasformare la camminata in un'attività brucia grassi. 

immagine: pixabay

Rispetto alla corsa e ad altre attività, la camminata è senza dubbio un modo molto più soft per mettere in movimento il corpo: se non si ha abbastanza esperienza o se si è stati a lungo a riposo, camminando si possono evitare slogature o altri infortuni tipici di chi si improvvisa corridore.

Inoltre è un'attività aperta a tutte le età e presenta solo rarissimi effetti collaterali: è un ottimo modo per partire e intraprendere un programma di allenamento via via più intenso.

Ma non basta indossare le scarpe e iniziare a camminare, o almeno non basta se l'obiettivo è rimettere in forma il proprio corpo.

In generale, per trasformare la camminata in un'attività utile per il corpo oltre che per la mente, bisogna camminare per almeno 45 minuti al giorno. C'è da aggiungere, però, che a far la differenza non è tanto il tempo quanto l'intensità della camminata.

Tenendo conto del proprio livello di preparazione di partenza, è ideale alternare superfici con diverse pendenze, in modo da sottoporre l'apparato circolatorio e sforzi di varia intensità. Salite e discese, pianure e tratti collinari, quindi, è il tragitto migliore da destinare alla camminata. 

Per quanto riguarda le distanze, infine, è consigliato di coprire tra i 5 e i 7 km, ovvero 10.000 passi.

Viene da sé che per trasformare la camminata in un'attività brucia grassi bisogna tener conto di queste indicazioni, proprio come accade per qualsiasi altro sport.

La camminata continua ad essere il modo più semplice e consigliato per iniziare a fare movimento, cercando di riparare ai danni provocati dalla vita sedentaria. Ma assicuratevi di farla bene! 

Tags: UtiliBenessereSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie