Impariamo a dire "sì" senza paura, e "no" senza sensi di colpa - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Impariamo a dire "sì" senza paura,…
Dopo aver perso la madre all'improvviso, la figlia decide di condividere un avvertimento utile a tutti Se pensi che i gatti siano asociali, è più probabile che lo sia tu: lo dice la scienza

Impariamo a dire "sì" senza paura, e "no" senza sensi di colpa

767
Advertisement

Possiamo dividere le persone che incontriamo ogni giorno essenzialmente in due tipi di persone: da un lato, ci sono quelli che desiderano apparire buoni con tutti, e non lesinano "sì" alle richieste altrui; dall'altro, troviamo invece coloro che non consentono a nessuno di dir loro cosa debbano pensare, dire o fare, e lo chiariscono bruscamente, senza troppi giri di parole.

Si tratta di due comportamenti estremi, pertanto mai veramente positivi, né efficaci, poiché il segreto per vivere bene con sé e con gli altri è custodito sempre nel mezzo, laddove non ci adattiamo pedissequamente al volere altrui, ma affermiamo il nostro punto di vista senza attaccare. Per fare ciò, bisogna imparare a dire "sì" senza paura, e a dire "no" senza sensi di colpa.

A chi dobbiamo dire di "sì"? Alle nostre aspirazioni, alle nostre opinioni, al nostro modo di essere: significa affermare se stessi, ed è una necessità vitale. Solo in questo modo possiamo perseguire la felicità, ed alimentare la nostra autostima. Purtroppo, a volte cresciamo senza che ci insegnino il valore fondamentale dell'autostima; così, quando da adulti la vita ci mette di fronte alle sue dure prove, reagiamo in maniera sbagliata – svilendo noi stessi e seguendo gli altri, oppure anteponendo con arroganza e presunzione il nostro ego.

Facciamo propria quella "legge dell'attrito personale": vale a dire che compiaciamo gli altri, per riceverne l'approvazione, e vederci riconosciuti ed accettati. Nella realtà, non siamo noi ad essere accettati, perché la nostra vera identità resta nascosta, soffocata dalla paura di ciò che gli altri potrebbero pensare del nostro vero io.

Allo stesso modo, dovremmo dire di "no" alle richieste altrui, senza che la nostra coscienza ci assalga facendoci sentire in colpa per il nostro diniego. Non è un atto di tradimento, bensì l'affermazione d noi, che permette anche agli altri di agire conseguentemente, evitando di incastrarci in un vortice di finzione e controsensi. È una condizione indispensabile per poter essere felici, poiché ci si disfa dal giogo delle imposizioni altrui. Coloro che ci rispettano ed amano lo accetteranno, anzi: solo così si possono trovare persone che ci amano ed apprezzano realmente, e si può amare a propria volta.

Si tratta perciò di praticare l'autenticità, poiché la possibilità di essere felici si trova solo superando la soglia della paura, e portando fuori di sé quel meraviglioso nostro mondo interiore che ci rende ciò che siamo.

Tags: UtiliPsicologia
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie