La "regola del minuto": una tecnica indolore per combattere la pigrizia - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La "regola del minuto": una tecnica…
I 5 comportamenti dei genitori che i figli si portano dentro per tutta la vita La pazienza è una caratteristica peculiare delle persone mentalmente forti

La "regola del minuto": una tecnica indolore per combattere la pigrizia

2.235
Advertisement

Periodicamente ognuno di noi è solito fissarsi nuovi obiettivi per l'immediato futuro: andare in palestra, iniziare una nuova carriera, imparare ad usare un nuovo programma, mangiare più sano. Irrimediabilmente, però, molti di questi propositi finiscono per rimanere tali. Accade infatti che, pur avendoli magari anche avviati, piano piano cominciamo a rimandarli, finché la pigrizia prende il sopravvento, ce ne dimentichiamo, e li abbandoniamo. Forse però esiste un modo per smetterla di procrastinare e portare a compimento i nostri progetti: è la "regola del minuto".

Conosciuta anche come metodo Kaizen – dal giapponese "kai" = cambiamento, e "zen" = saggezza – questa regola consiste nello svolgere un minuto al giorno il compito che ci si è prefissati di portare a termine. Il suo ideatore, il giapponese Masaaki Imai, la intende come una vera filosofia di vita, da utilizzare sia in ambito professionale sia nella vita privata.

Il successo della regola sta nella brevità del tempo quotidiano dedicato al compimento del progetto: infatti, non dovendo impiegarci troppo tempo né energia, ci si dedica più facilmente, evitando di restare imprigionati nella pigrizia. Questo stato mentale genera perciò motivazione ed entusiasmo, che crescono man mano che ci accorgiamo di riuscire a mantenere fede all'impegno – seppur minimo – quotidiano, facendocene infine coinvolgere. In questo modo si aumenta progressivamente il tempo nel quale svolgiamo l'attività, fino a quando essa non diventa un'abitudine, ci assorbe e finiamo per raggiungere l'obiettivo iniziale.

Per di più, si scongiura il rischio di rimanere invischiati in pensieri ed emozioni negativi, quali il senso di colpa e di impotenza per non aver mantenuto fede all'impegno. 

Il metodo Kaizen è semplice e può essere messo in pratica da chiunque; quindi cosa aspettate a provarlo? ;)

Tags: UtiliPsicologia
Advertisement

Lascia il tuo commento!

x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie