Gli pagano per sbaglio uno stipendio 286 volte più alto del normale: dipendente incassa i soldi e scompare

Isabella Ripoli

09 Agosto 2022

Gli pagano per sbaglio uno stipendio 286 volte più alto del normale: dipendente incassa i soldi e scompare
Advertisement

Sperare che, prima o poi, la fortuna arrivi a bussare alla nostra porta, è un desiderio condiviso da molti. Basterebbe poco, magari una piccola vincita alla lotteria o un regalo inaspettato per far felici molte persone, ma non sempre ciò accade e quindi per affrontare le spese quotidiane, bisogna contare solo sul proprio lavoro e sul guadagno che ne deriva. Se però, per un errore non chiaro, il vostro datore di lavoro vi bonificasse uno stipendio maggiorato, come reagireste?

Non stiamo parlando di bonus, regali natalizi o simili, ma di cifre che vanno ben oltre quelle normali. Una cosa del genere è successa a un dipendente cileno che, del tutto casualmente, ha ricevuto uno stipendio di ben 286 volte più alto del normale. Non ci credete? Vi raccontiamo come sono andare le cose.

via Times Now News

Advertisement

Pxhere - Not the actual photo

La vicenda si è svolta in Cile dove un uomo, un dipendente del consorzio che gestisce la maggior parte della produzione salumiera del Paese, ha ricevuto dall'azienda una sorpresa decisamente inaspettata. I datori, inconsapevolmente, avrebbero versato uno stipendio mensile maggiorato di 286 volte quello normale. Quando dalla contabilità si sono resi conto di un enorme ammanco nelle casse dell'azienda, sono scattate le indagini che hanno portato ad individuare l'errore. 

La società, anziché versare al dipendente circa 540 euro - corrispondenti a 500.000 pesos cileni - gli hanno fatto un bonifico molto più alto, "regalando" all'uomo una cifra che ammontava più o meno a 170.000 euro. Un conto corrente che è cresciuto all'improvviso e che, ammettiamolo, avrebbe fatto gola a chiunque, anche a lui. 

Pxhere - Not the actual photo

Sebbene l'azienda lo avesse contattato immediatamente per fargli presente l'errore e chiedergli di restituire la differenza versata senza volere, l'uomo ha prima detto che avrebbe risolto tutto tramite la banca, ma poi è scomparso. Proprio così. Irraggiungibile per giorni, si è rifatto vivo solo con una lettera di dimissioni inviata tramite il suo avvocato. Un gesto che ha indispettito il consorzio e ha portato i vertici a fargli causa per essersi appropriato di soldi che non gli spettavano. Peccato che ancora non ci siamo stati sviluppi e che non si sappia dove sia. 

E tu, nei suoi panni, come ti saresti comportato? Avresti agito come lui oppure restituito tutto? 

Advertisement