Anziana si sente sola e chiama il numero degli agenti: "Voglio solo parlare un po'"

Simone Fabriziani

20 Dicembre 2021

Anziana si sente sola e chiama il numero degli agenti:
Advertisement

Se c'è qualcosa di veramente prezioso nella vita è l'insegnamento che ci riescono a dare le persone che ci hanno visto nascere, crescere, diventare degli adulti; ci riferiamo ovviamente alle lezioni che ci hanno donato negli anni mamma, papà e nostri nonni. Soprattutto i nonni vengono considerati da moltissimi nipoti come veri e propri "secondi genitori", peccato però che poi con gli anni che passano e con figli e nipoti che crescono, i nostri cari capofamiglia più anziani finiscono per rimanere da soli e soffrire tantissimo la solitudine...

via Ansa

Advertisement

Pxhere/Not The Actual Photo

Quante volte ci è capitato di ascoltare storie di nonne o di nonni abbandonati al loro destino da figli e nipoti adulti che a loro volta hanno messo su famiglia e hanno lasciato la città d'origine? Purtroppo, il problema sociale della solitudine dei nostri anziani è un enorme problema che deve essere risolto al più presto e deve essere ben compreso e non sottovalutato. Prendete ad esempio questa nonnina di 80 anni dell'Italia del Nord, che presa dalla sofferenza interiore della solitudine, ha chiamato il 112 (il numero per entrare in contatto con i Carabinieri, gli agenti locali) e ha detto loro che non stava bene di salute e che si sentiva molto sola.

Presto, una pattuglia inviata dal maresciallo è arriva a casa della donna e che realizzato quello che era il suo desidero in quel momento: parlare semplicemente con qualcuno, non stare da sola in casa, non avere continuamente la sensazione di essere abbandonata...

Natalia Rivera/Wikimedia - Not The Actual Photo

Per qualche ora gli agenti dei Carabinieri hanno trascorso dei momenti di convivialità con la donna di 80 anni parlando del più e del meno e semplicemente tenendole compagnia; dopo si è venuto a sapere che la nonnina italiana aveva dei figli ma vivevano fuori città e lontani da lei, aveva dei vicini che l'aiutavano per le piccole grandi cose e una badante che si prendeva cura di lei alcune ore al giorno.

Ma molto probabilmente, questa donna di ottant'anni sentiva da troppo tempo la solitudine, forse aveva la sensazione di essere stata abbandonata dai propri figli, che oramai vivevano lontano da casa sua e cercava semplicemente un po' di conforto. Quante nonne e quanti nonni si trovano in questa spiacevole situazione?

Cosa aspettiamo a chiamarli più spesso o a fargli visita quando possiamo?

Advertisement