Leva il cellulare al figlio di 15 anni: lui si sfoga distruggendo la casa (+ VIDEO)

Marta Mastrogiovanni

17 Ottobre 2022

Leva il cellulare al figlio di 15 anni: lui si sfoga distruggendo la casa (+ VIDEO)
Advertisement

L'educazione dei figli è di primaria importanza e passa per due canali principali: la famiglia e la scuola. Troppo spesso, però, non basta il duro lavoro di una madre o di un insegnante per correggere i comportamenti più difficili di alcuni bambini e ragazzi, motivo per cui si può incappare in seri guai se non si riesce a fronteggiare la situazione. Ne sa qualcosa la mamma protagonista di questa strana storia: il figlio 15enne ha sfogato la sua rabbia repressa in casa, distruggendo ogni cosa. Il motivo principale della sua ira sarebbe stato legato al cellulare. La madre glielo aveva sottratto come punizione, ma il ragazzo non ha accettato questa situazione.

via Twitter / _sjae

Advertisement

Twitter / _sjae

Shania è la mamma di un ragazzo problematico che non è riuscito a trattenere la sua rabbia per essere stato messo in punizione. Come tanti genitori, Shania gli aveva sequestrato il telefono in seguito ad un suo comportamento sbagliato, per insegnargli una lezione o, quanto meno, per fargli capire che tutte le azioni e i comportamenti di ognuno hanno delle conseguenze. Il ragazzo, però, non ha reagito bene al periodo senza cellulare e si è letteralmente sfogato sui mobili della casa. Shania ha pubblicato un video in cui ha ripreso lo stato pietoso in cui suo figlio ha risotto le stanze della casa. Ovviamente, la donna ha ripreso la scena in lacrime.

Twitter / _sjae

Gli utenti sono rimasti sconvolti dallo scenario che sembrava essere stato il frutto di un disastro ambientale e non l'ira di un ragazzino. In molti pensavano, infatti, che il figlio di Shania avesse appena 12 anni e nessuno riusciva a spiegarsi quale forza misteriosa avesse messo in atto un ragazzino di quell'età per distruggere la casa. Ma soprattutto, come mai Shania si era fatta mettere i piedi in testa da un dodicenne? In realtà, la mamma ha spiegato in un altro video che il figlio ha 15 anni e non 12, è alto 1,82 metri e pesa 93 chilogrammi, motivo per cui non può certo competere fisicamente con lui.

Advertisement

Nel video, pubblicato su Twitter, si vede il bagno ridotto in mille pezzi, sanitari compresi, la televisione rovesciata e i mobili deturpati. Shania è profondamente sconvolta e piange al solo pensiero di dover far sistemare la casa. Fortunatamente, la donna ha avviato una raccolta fondi per chiedere un piccolo aiuto per poter riparare ai danni fatti dal figlio e finora sembra abbia racimolato più di 30.000 dollari. Quel che è certo, è che non è normale che un adolescente reagisca in questo modo quando gli si proibisce di utilizzare il cellulare e questo dimostra come sia importante, ma a volte non sufficiente, l'educazione impartita dai genitori. A volte, come forse in questo caso, è necessario l'aiuto di un esperto, un professionista che possa capire e gestire meglio la situazione.

I vostri figli o nipoti come reagiscono quando gli viene sequestrato lo smartphone? Scrivetecelo nei commenti!

Advertisement