Pedala per 4 km al buio per restituire un portafogli dimenticato: la famiglia lo ringrazia con un'auto nuova

Irene Pastori

22 Ottobre 2022

Pedala per 4 km al buio per restituire un portafogli dimenticato: la famiglia lo ringrazia con un'auto nuova
Advertisement

A volte un gesto gentile può cambiare in meglio le sorti di molte persone: ne è un esempio la storia che stiamo per raccontarvi. In un giorno come tanti, la signora Chloe Marino stava facendo la spesa con suo figlio di 5 mesi. Come a volte accade, si è distratta e ha smarrito accidentalmente il portafoglio. Fortunatamente, è stato individuato dal giovane Aina Townsend, la guardia di sicurezza del supermercato di soli 22 anni che si è offerta volontaria per restituirlo dopo il suo turno.

via Gofundme

Advertisement

Gofundme/Lets buy this good Samaritan a car for Christmas!

Non avendo un'auto, il ventiduenne si è preso la responsabilità di pedalare in bicicletta per quasi un'ora - in salita per circa 4 chilometri al buio - fino alla porta dei Marinos. "Avevamo programmato un viaggio, quindi dovevamo dirigerci in aeroporto il giorno successivo. Avevo la mia carta d'identità nel portafogli, cose essenziali di cui hai bisogno per viaggiare. Soprattutto con le vacanze, le mie carte di credito per comprare i regali e tutto il resto. È stata una vera benedizione", ha raccontato Chloe. 

La donna, che non si era nemmeno resa conto di aver smarrito il portafoglio, è rimasta sbalordita dalla determinazione di Townsend e dalla sua volontà di aiutare un perfetto sconosciuto. "Anche io ho perso un portafoglio tempo fa ed è la cosa peggiore del mondo. Ho pensato che fosse la cosa giusta da fare", le ha detto Aina.

Gofundme/Lets buy this good Samaritan a car for Christmas!

Suo marito, Gray, è rimasto così colpito che ha pubblicato il racconto della buona azione del ventiduenne sul suo account Facebook: "Questo giovane si è trasferito alle Hawaii 5 anni fa e lavora come guardia di sicurezza al negozio di alimentari di Maui per sostenere la famiglia e finire l'università. Quello che mi ha davvero colpito è che - fin dal suo arrivo in città - si reca al lavoro e a scuola in bicicletta tutti i giorni perché non ha un'auto". Un lettore, rimasto a sua volta commosso dalla sua storia, ha deciso di avviare una campagna di raccolta fondi per aiutare Aina

L'obbiettivo della raccolta fondi era di 5.000 euro, sufficienti all'acquisto di un'auto di seconda mano, ma la storia ha avuto così tanto successo che alla fine sono stati raccolti ben 25.000 euro. Con questi soldi è stata acquistata una VW Jetta del 2017 comprensiva di ben sei mesi di assicurazione e carburante da donare al giovane. Inutile dire che Aina è rimasto sbalordito dal gesto: "Possedere un’auto per me è come vincere il Super Bowl", ha commentato. "Ci vuole solo un semplice atto di gentilezza. Bisogna fare sempre e solo ciò che è giusto, occorre sempre seguire i propri principi", ha aggiunto. 

Che dire, un vero esempio per tutti!

Advertisement