Vede una donna costretta a sedersi per terra alla fermata dell'autobus: costruisce una panchina per lei

Irene Pastori

12 Settembre 2022

Vede una donna costretta a sedersi per terra alla fermata dell'autobus: costruisce una panchina per lei
Advertisement

Molte persone adorano il proprio quartiere e spesso si arrabbiano quando c'è qualche disservizio o qualcosa non funziona a dovere: questo infatti suscita il desiderio di intervenire nel concreto, ma gli impegni e il trantran della vita quotidiana portano a rinunciare a tutti i buoni propositi per concentrarsi sui propri problemi. Eppure James Warren, un giovane del Colorado, Stati Uniti, ha deciso di mettersi all'opera al servizio del suo quartiere, nella città di Denver, per migliorarlo a costo zero

via Washingtonpost

Advertisement

Pexels - Not the Actual Photo

Il giovane stava camminando nei pressi della sua zona quando qualcosa lo ha fatto riflettere. "Una donna stava aspettando l'autobus, seduta sulla strada fangosa, aveva appena piovuto. Mi sono detto che non era una cosa accettabile, così ho pensato di fare qualcosa di più per i miei concittadini", ha raccontato. Quel momento lo ha ispirato a fornire un aiuto concreto alla sua comunità: "Ho subito pensato di fare qualcosa, ad esempio potevo costruire una panchina"

Dato che suo padre si occupa della costruzione di case e lui è cresciuto tra molti attrezzi, sapeva di avere le competenze base necessarie per costruire una panchina. Warren ha trovato il materiale necessario cercando e chiedendo nei cantieri edili del suo quartiere, che gli hanno permesso di prelevare alcune pile di legno scartato. Ha costruito una panchina e l'ha posta alla fermata dell'autobus dove settimane prima aveva visto la povera donna seduta in terra. Da allora ne ha costruito ben otto personalizzate e le ha collocate alle fermate degli autobus della zona.

Ogni panchina richiede qualche ora di lavoro e ha un aspetto diverso, visto che sono lavorate con gli scarti del legno: "Ho lasciato che il legno mi parlasse", ha spiegato. Warren le consegna a mano alle fermate dell'autobus prive di aree di seduta. "Non ho ancora chiesto al Comune se sono autorizzato... Finché non mi fermeranno, continuerò a farlo, credo", ha commentato. Anche se ogni panchina è unica, James si assicura di incidere lo stesso messaggio su tutte: "Siate gentili""A volte è difficile cambiare il mondo che ci circonda, ma la verità è che chiunque può essere gentile. Spero di essere di ispirazione per coloro che vogliono provare la versione migliore di sé stessi", ha dichiarato.

A quanto pare, la speranza di James è stata esaudita, dato che anche altri hanno cominciato a realizzare delle sedute per le fermate dei mezzi pubblici. "È stato davvero bello vedere che altre persone hanno fatto la stessa cosa. Non si tratta più di un solo uomo che fa qualcosa per il suo quartiere, ma di uomini e donne di tutta la comunità che contribuiscono a migliorare il posto in cui vivono".

Un sano gesto di altruismo che ha migliorato le giornate di molte persone e, ne siamo certi, anche quelle di James. Complimenti! 

Advertisement