Come recuperare l'argento annerito di gioielli o posate senza ricorrere ai prodotti chimici - GuardaCheVideo.it
x
Come recuperare l'argento annerito di…
Chi delle tre è la madre? La donna è così giovanile che gli utenti stentano a distinguerla dalle figlie adolescenti 15 uomini dimostrano che fare il papà a tempo pieno è un lavoro che può dare molte soddisfazioni

Come recuperare l'argento annerito di gioielli o posate senza ricorrere ai prodotti chimici

05 Novembre 2021 • di Marta Mastrogiovanni
2.879
Advertisement

Qualcuno di voi avrà sicuramente a casa più di un oggetto d'argento da esibire o da indossare. Tra bomboniere, posate e gioielli, sono tanti gli oggettini che possono annerirsi con il tempo e che, quindi, meritano un'adeguata pulizia. Soprattutto per quanto riguarda i gioielli in argento, come collane, orecchini o anelli, è molto facile che possano annerire dopo un po' di tempo di utilizzo. Il motivo è senz'altro l'uso quotidiano che se ne fa, a cui però vanno aggiunti una serie di fattori esterni che possono influire sull'inscurimento del gioiello. Ad esempio, un ph della pelle molto acido tenderà a far sporcare l'argento molto più velocemente; ma anche lo smog e gli agenti atmosferici possono influenzarne il cambiamento di colore. L'importante è che sappiate che i gioielli in argento possono pulirsi molto facilmente senza l'utilizzo di prodotti chimici. Ecco come!

immagine: Pxfuel

Per qualunque oggetto in argento che con il passare del tempo vi si è irrimediabilmente annerito, vi proponiamo questa soluzione facile, veloce ed efficace nella grande maggioranza dei casi. Non vi servirà acquistare alcun prodotto chimico, ma semplicemente dare uno sguardo alla vostra dispensa e rimediare un po' di sale e del bicarbonato. Mettiamo il caso che dobbiate ridate luce e brillantezza ad un braccialetto in argento che vi sta particolarmente a cuore, - ecco cosa fare.

immagine: x90sports

Munitevi di una ciotola non troppo grande, - l'importante è che riesca a contenere il braccialetto - e rivestitela con della carta stagnola. Posizionate il bracciale all'interno della ciotola e spolveratelo con una manciata di sale (mettete una montagnetta di sale al centro del palmo della vostra mano). Dopodiché prendete il bicarbonato e versatene un cucchiaio bello pieno nella ciotola. Non c'è bisogno che siate perfetti nelle misure, basterà semplicemente unire una buona quantità di questi ingredienti. A questo punto, versate dell'acqua bollente, precedentemente riscaldata, nella ciotola e attendente qualche minuto. Potete mescolare l'acqua di tanto in tanto.

Finito il procedimento siete pronti per scolare l'acqua e risciaquare il vostro bracciale preferito sotto l'acqua corrente. Asciugatelo con un panno di cotone o con phon e osservatelo: non è già molto più pulito?

Advertisement
immagine: Pixabay

Il bracciale a questo punto dovrebbe aver ritrovato il suo antico splendore. Ricordate che questo procedimento può essere fatto anche con i servizi di posate e l'argenteria in generale.

Fateci sapere i vostri risultati!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie