"Louise ha solo un cromosoma in più": le parole toccanti di una madre stanca delle persone insensibili con sua figlia - GuardaCheVideo.it
x
"Louise ha solo un cromosoma in più":…
Ogni notte la chiesa apre le sue porte a più di 200 senzatetto e offre loro un posto sicuro dove dormire Parcheggiano abusivamente nel suo terreno, il contadino prende la ruspa e sposta le macchine di peso (+VIDEO)

"Louise ha solo un cromosoma in più": le parole toccanti di una madre stanca delle persone insensibili con sua figlia

04 Novembre 2021 • di Simone Fabriziani
3.833
Advertisement

Se avete in casa un bambino con "bisogni speciali" o se ne conoscete uno nella vostra vita, tenetevelo stretto perché è un tesoro inestimabile di amore, affetto incondizionato, empatia e generosità. Nonostante nei decenni siano stati fatti passi avanti nell'accettazione e nella cura delle persone con bisogni speciali, con sindrome di Down ed autistiche, ancora la strada è molto lunga affinché tutte le persone di questo mondo vedano questi esseri speciali senza alcun velo di pregiudizio. Una cosa che sa molto bene Caroline Boudet, mamma orgogliosa di Louise, una bimba normalissima con...un cromosoma in più rispetto ai suoi coetanei!

via: CBS News

[MERCI A TOUS] Il y a 5 mois jour pour jour, Louise venait au monde, pas vraiment comme je l'avais imaginée. Il y a deux...

Pubblicato da Caroline Boudet su Lunedì 22 giugno 2015

Per mamma Caroline non è facile crescere una figlioletta con bisogni speciali, e lo sa bene visto che ogni giorno vive sulla sua pelle cosa significhi crescere una bimba con un cromosoma extra, a volte è veramente stanca ed esausta di dover dare spiegazioni sulla sua piccoletta alle persone che la incontrano, come se al giorno d'oggi fosse ancora uno stigma sociale avere in casa una bambina affetta da sindrome di Down. Per questo motivo Caroline ha pubblicato un post sul suo profilo Facebook dove si è sfogata a tale proposito, usando parole forti e molto commoventi: "Questa è mia figlia, Louise. Ha 4 mesi, ha due gambe, due braccia e un cromosoma in più. Per favore, quando incontri qualcuno come Louise, non fare questo tipo di domande: "Non te ne sei accorta durante la gravidanza?" Anche se fosse stato così, avrei deciso di avere la mia bambina.

Non dire alla madre: "Dopotutto è il tuo bambino." No, è il mio bambino, punto! "Dopo tutto" è una parola molto brutto, quindi preferisco chiamarla Louise!"

Heeey coucou Closer Magazine Closer.fr! quelle surprise ce matin quand des amis me préviennent qu'il y a deux pages...

Pubblicato da Caroline Boudet su Venerdì 19 giugno 2015

"Non dire alla madre "È solo un piccolo cromosoma in più." No, è un bambino con la sindrome di Down! Quel cromosoma in più NON definisce cosa sia. Proprio come un bambino che ha il cancro non definisce chi è a causa della sua malattia. No dire a sua madre: "Sono così... o in quest'altro modo..." "Loro" hanno una propria personalità, i propri gusti, interessi, storia e il proprio corpo. Sono diversi da noi come qualsiasi altra persona."

E poi il post di Caroline Boudet termina con queste parole cariche di significato:

Advertisement

" La nuit 17 à 52" je dors dans ma poussette au bord de la mer au son de @christine and the Queens.

Pubblicato da Caroline Boudet su Mercoledì 12 agosto 2015

"So che non sempre riceviamo questo tipo di commenti, ma le parole sono importanti e possono ferirci o farci sentire meglio. Quindi, prima di dire qualsiasi cosa, pensa prima a quello che stai per dire...

Normalmente non rendo pubblici i miei stati su Facebook ma con questo post ho fatto un'eccezione. Potete leggerlo o condividerlo poiché ogni anno, nella sola Francia, ci sono 500 mamme in più di bambini come Louise, che ricevono parole che ci feriscono e ci rovinano la giornata. So che non hanno intenzione di farci del male, ma è importante che lo sappiano."

Caroline Boudet’s daughter Louise is a healthy, happy baby girl who happens to have an extra chromosome. Boudet is all...

Pubblicato da A Mighty Girl su Giovedì 3 dicembre 2015

Dopo aver letto le parole di questa mamma francese non possiamo fare altro che prenderne silenziosamente atto e applaudirla per il coraggio di aver messo nero su bianco alcuni pensieri che siamo sicuri condividono anche altri genitori di bambini con bisogni speciali attorno al mondo.

Sei stata bravissima, Caroline!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie