Si addormenta sul divano insieme al suo figlioletto neonato: quando si sveglia il piccolo non respira più - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Si addormenta sul divano insieme al…
Una fotografa aiuta donne di ogni età a rimodellare il proprio look, ritraendole come fossero delle celebrità Il vicino gli rubava sempre i pacchi fuori casa, così lui organizza una vendetta

Si addormenta sul divano insieme al suo figlioletto neonato: quando si sveglia il piccolo non respira più

19 Ottobre 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
4.616
Advertisement

A volte accadono degli episodi così assurdi e impensabili che risulta difficile crederli possibili. Stiamo parlando di tutte quelle situazioni drammatiche in cui si materializzano nella realtà i peggiori incubi delle persone.

Ne sa qualcosa il giovane padre di cui stiamo per parlarvi, un ragazzo di 25 anni che stava trascorrendo un momento di completo relax con il suo figlioletto neonato e che non avrebbe mai immaginato che, proprio quel giorno, avrebbe vissuto quella che probabilmente è stata la peggiore esperienza della sua vita.

via: The Sun

È una situazione in cui tutti i genitori, prima o poi, si sono trovati. Quando i figli sono piccoli, infatti, non capita raramente di addormentarsi vicino a loro, dopo averli presi in braccio, in un momento di intimità e affetto a dir poco stupendo. Purtroppo però, per David Hulley, giovane padre inglese di due bambini, questo contesto è stato teatro di una tremenda tragedia.

Il ragazzo si era addormentato coccolando il suo figlio più piccolo, Karson, di appena quattro settimane. Sdraiati sul divano, i due si erano appisolati, con il bimbo che si era letteralmente abbandonato tra le braccia del padre, sicuro e a suo agio. Eppure qualcosa è andato storto, e quando David, dopo 2 ore, si è svegliato, il panico iniziale si è trasformato in disperazione.

Il piccolo non si muoveva e non respirava, nemmeno quando David lo sollecitava direttamente. Sembrava del tutto assente, più che addormentato o svenuto. In preda all'agitazione, il ragazzo è corso al piano di sopra a chiamare la sua compagna Beverly. Anche la mamma ha provato a rianimarlo, ma il piccolo non voleva saperne. Così i due giovani genitori hanno chiamato l'ambulanza.

Quando sono arrivati i paramedici, hanno fatto il possibile per riportarlo in vita, ma non c'è stato nulla da fare: Karson era morto. Probabilmente nessuno può capire, meglio del genitore stesso, cosa significa vivere un'esperienza di questo tipo e perdere un neonato con poche settimane di vita.

Advertisement

Stando a quanto hanno dichiarato i medici, il neonato è stato colpito dalla cosiddetta sindrome della morte in culla (Sudden Infant Death Syndrome), una patologia che colpisce i bimbi minori di un anno, apparentemente del tutto sani, di solito proprio durante il sonno. Cause ed eventuali sintomi che fungano da campanelli d'allarme sono per lo più inspiegabili.

Le uniche raccomandazioni degli esperti riguardano la posizione in cui i piccoli dovrebbero dormire, ossia preferibilmente supina e senza giocattoli o altri oggetti intorno a lui, oltre che l'uso di abiti comodi e leggeri, che favoriscano una corretta respirazione nei piccoli. Non ci resta che esprimere tutta la vicinanza possibile a David, Beverly e a tutti gli altri genitori che sono stati vittime di episodi così drammatici.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie