Un adolescente si chiude nel bagno della scuola per 3 giorni: voleva sfuggire ai bulli che lo perseguitavano - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un adolescente si chiude nel bagno della…
Una donna ringrazia l'uomo che l'ha salvata da un molestatore in metro leggendo solo i segnali del suo corpo Questo ristorante vieta l'ingresso ai bambini sotto i 12 anni:

Un adolescente si chiude nel bagno della scuola per 3 giorni: voleva sfuggire ai bulli che lo perseguitavano

09 Ottobre 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
2.277
Advertisement

Il bullismo è una vera e propria piaga che riguarda molti più giovani di quanti pensiamo. Spesso, infatti, non tutti i bambini e ragazzi vittime di prese in giro e violenze, riescono a rendere nota agli adulti la loro situazione, finendo per vivere giorno dopo giorno nell'angoscia e nella paura. Le scuole, luoghi dove dovrebbero sentirsi al sicuro, diventano così delle "prigioni", che farebbero di tutto pur di evitare.

L'adolescente di cui stiamo per parlarvi è purtroppo l'ennesima, triste dimostrazione di ciò che stiamo descrivendo. Il ragazzo, rimasto anonimo, per giorni non si è presentato alle lezioni della sua scuola, per poi essere ritrovato in una situazione non certo piacevole.

Siamo nel Regno Unito, per l'esattezza alla Cotham School di Bristol. È stato qui che all'improvviso un giovane alunno ha deciso di non presentarsi più in classe, destando preoccupazioni sia nei familiari che nel corpo docente, che ha provveduto ad avvertirli dell'assenza. In breve si è scoperto che il ragazzo si nascondeva sistematicamente nei bagni dell'istituto per sfuggire agli incontri faccia a faccia con i suoi compagni che lo bullizzavano di continuo.

Per ben 3 giorni il giovane è stato lì dentro, evitando tutte le occasioni di scambio con l'esterno, convinto che la sua classe fosse un posto orribile da cui scappare e nascondersi. La scuola, sulle prime, non ha preso sul serio il fatto e ha sostenuto con i genitori che non avevano mai avuto notizie di problemi di bullismo, e che tali eventualità non si erano mai presentate. Su pressione del padre e della madre del povero ragazzo, tuttavia, hanno cominciato a indagare su quanto stava accadendo, promettendo che avrebbero fatto il possibile per intervenire sulla situazione.

L'evidenza, purtroppo, era davvero triste. Immaginate di essere al posto dell'adolescente bullizzato in questione: quanto disagio si può provare per arrivare a chiudersi in un bagno per 3 giorni? Chi si comporta da bullo dovrebbe davvero rendersi conto di quanto dolore e quanti danni rischia di causare alle sue vittime. È per questo che occorre una sensibilizzazione sul tema che parta fin da subito nelle scuole. Auguriamo tutto il meglio al ragazzo protagonista del nostro racconto, augurandoci di leggere sempre meno storie come la sua...

Tags: ScuolaBulliStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie