Educare i bambini senza punizioni e ricompense: i vantaggi del metodo Montessori - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Educare i bambini senza punizioni e…
Il tenero momento in cui una gatta I vicini sentono delle urla femminili e chiamano la polizia, ma si trattava di un pappagallo dispettoso

Educare i bambini senza punizioni e ricompense: i vantaggi del metodo Montessori

11 Gennaio 2020 • di Marta Mastrogiovanni
2.371
Advertisement

Con molta probabilità, quando tuo figlio prende un buon voto a scuola, sei propensa a regalargli qualcosa che gli piace ― una ricompensa per motivarlo ad andare avanti e a far sempre meglio. Allo stesso modo, forse, ricorrerai a delle punizioni quando il tuo bambino non si comporta come dovrebbe ― quando, ad esempio, non ripone tutti i suoi giochi nelle scatole e non sistema la sua camera. Secondo il metodo Montessori, però, educare i figli tramite ricompense  o punizioni e castighi non è esattamente consigliabile. Ecco come fare per evitare di includere certe soluzione nell'educazione dei tuoi figli.

via: Mother.ly
immagine: Unsplash

"Ti ho detto 3 volte di lavarti i denti e non l'hai ancora fatto", oppure: "Ancora una volta, sei in ritardo a scuola per non esserti vestita in tempo." La soluzione dopo queste affermazioni è, spesso, vietare al bambino di guardare la televisione per un determinato periodo di tempo; o vietargli qualunque altra cosa gli piaccia e che costituisca uno svago divertente. Il fatto è che probabilmente l'essere sempre rimproverato e minacciato con punizioni farà sentire più insicuro il tuo bambino. Anche la questione delle ricompense sembra essere controproducente se la si osserva con attenzione: alla fine, il bambino cercherà semplicemente di ottenere il premio, senza rendersi davvero conto del perché dovrebbe svolgere determinati compiti o comportarsi in un certo modo. Ecco che il metodo Montessori potrebbe venire in nostro aiuto: vediamo cosa dice sull'educare i figli senza premi o punizioni.

immagine: Pexels

1 Prepara il tuo ambiente familiare: per educare con il metodo Montessori devi prima di tutto preparare un ambiente familiare in cui il bambino possa imparare le cose da solo, attraverso l'esperienze diretta e reale. Questo vale sin dall'inizio, quando il piccolo inizia a conoscere il mondo che lo circonda, fino ai momenti successivi, in cui necessita di nuovo materiale per apprendere informazioni come, ad esempio, i numeri e le lettere. È questa la chiave per favorire un'innata curiosità del bambino.

2 Permetti al bambino di avere l'autonomia di cui ha bisogno: si tratta di dare al bambino o alla bambina un accompagnamento rispettoso, di cui ha sicuramente bisogno, ma che non deve essere troppo invadente. Meglio dare spazio a sufficienza per garantirgli la sua autonomia, fare i propri errori e imparare da essi. Solo in questo modo potrà "funzionare" bene nel mondo reale, sia durante la sua infanzia e sia nella sua vita adulta.

Advertisement

3. Educare senza punizioni e premi: quali sono le conseguenze?

immagine: Pexels

Una volta che abbiamo creato le basi per educare i bambini sin dall'inizio, possiamo parlare specificamente di premi e punizioni. Il metodo Montessori, come molti altri metodi basati su un'educazione rispettosa, afferma che non dovremmo pronunciare mai le parole "punizione" o "premio". Si parlerà, invece, di conseguenze in base alle azioni del bambino. Ad esempio, una stessa situazione ― tuo figlio deve mettersi il pigiama e si deve lavare i denti ― potrebbe essere interpretata diversamente in questi 3 modi:

  • Una punizione sarebbe: "Poiché non hai fatto quello che dovevi fare, oggi non guarderai la TV e andrai direttamente a letto".
  • Un premio sarebbe: "Dato che hai fatto tutto bene, puoi guardare un po' la TV prima di andare a dormire ".
  • E una conseguenza sarebbe: "Se ti lavi i denti e ti metti il ​​pigiama, poi avrai il tempo di guardare un po' la TV o di giocare un po', altrimenti è ora di andare a dormire, decidi tu."

Come puoi vedere, il risultato è lo stesso, ma il modo di comunicare la cosa è totalmente diverso. L'idea fondamentale è che il bambino non debba vedere questo genere di richieste come un'imposizione, specialmente quando arriva la fine della giornata ed è stanco e non ha voglia di indossare il pigiama.

immagine: Pexels

I principali vantaggi di lasciare da parte punizioni e riconoscimenti secondo il metodo Montessori sono molteplici. Innanzitutto, questo metodo basato sulle conseguenze è di grande aiuto per stimolare le capacità individuali di ogni bambino, poiché il bambino ha la possibilità di essere il più autonomo possibile. Inoltre, si rafforzano altri aspetti della personalità:

- Soddisfazione: Il bambino è orgoglioso di sé stesso per aver svolto i suoi compiti quotidiani senza la pressione di una punizione in vista;

- Si rafforza l'autostima: È stato dimostrato che "educare con le conseguenze" anziché con ricompense e punizioni è di grande aiuto per i bambini, che riescono ad acquisire maggiore fiducia e autostima.

- Rafforza la cooperazione: I bambini si sentono più soddisfatti quando svolgono compiti in base alla loro età, il che rafforza la cooperazione, la comunicazione con la famiglia e i legami affettivi.

Ora che conosci le chiavi essenziali per educare senza ricompense o punizioni, secondo il metodo Montessori, deciderai di accantonare i vari castighi? 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie