Non c'è niente di peggio di una persona cattiva che pensa di essere buona - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Non c'è niente di peggio di una persona…
Vivere con un animale domestico migliora la vita ai nostri bambini: lo conferma uno studio Per aiutare qualcuno basta un piccolo gesto: 12 foto che riaccendono le speranze nell'umanità

Non c'è niente di peggio di una persona cattiva che pensa di essere buona

2.168
Advertisement

Spesso le persone trovano difficoltà ad ammettere e a riconoscere i propri difetti e tentano di nasconderli come polvere sotto al tappeto. Ma la cattiveria a volte è lampante a tutti tranne al diretto interessato a cui, probabilmente, fa più comodo sentirsi vittima piuttosto che carnefice. Un esame di coscienza sarebbe di grande aiuto ma bisognerebbe innanzitutto riconoscere di avere un problema. In tanti si sentono vittime di qualcuno e in pochissimi si rendono conto che sono vittime innanzitutto di se stessi e della propria cattiveria.



immagine: 123rf

Spesso ci si accanisce con le persone più vicine, come genitori o figli, o anche “cari amici”, anche se di amicizia vera non si può parlare se si attuano certi comportamenti. Queste persone si sentono superiori agli altri e credono che tutto gli sia dovuto. Non hanno voglia di preoccuparsi delle emozioni di chi hanno di fronte e danno priorità solo a se stessi e alle proprie necessità. Eppure tendono sempre a ribaltare la situazione fino a sentirsi vittime delle situazioni che loro stessi hanno creato. Queste persone commettono cattiverie e pensano di subirne ed è molto pericoloso perché così facendo, non si mettono mai in discussione e non miglioreranno mai i propri comportamenti.

Di certo è più facile dare sempre la colpa agli altri piuttosto che farsi carico delle proprie responsabilità ed ammettere i propri errori.

Non fanno che giustificare le loro azioni deplorevoli nascondendosi dietro un dito e sprigionano negatività ed ansia verso coloro che gli stanno vicino. Eppure c’è una cosa che si chiama auto-consapevolezza, che ci aiuta a crescere e migliorare sotto tutti i punti di vista
Non è facile arrivarci, proprio a causa di questi meccanismi contorti di protezione. Protezione da noi stessi, dal non sentirci “cattivi” o “malvagi”.

C’è sempre tempo per la consapevolezza, per ammettere i propri errori ma ci vuole fatica e forza di volontà perché non è facile ammettere, soprattutto a se stessi, di essere delle cattive persone.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie