Ecco l'ortensia "vaniglia fragola", la pianta dai colori meravigliosi che trasformerà ogni giardino! - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Ecco l'ortensia "vaniglia fragola",…
L’arrivo di un secondo figlio è altrettanto speciale e ti farà sentire una mamma migliore Per far tornare il sorriso alla nipote convalescente, il nonno le fa un regalo davvero speciale

Ecco l'ortensia "vaniglia fragola", la pianta dai colori meravigliosi che trasformerà ogni giardino!

01 Settembre 2019 • di Davide Bert
1.056
Advertisement

Nonostante il nome lo suggerisca e i colori quasi invoglino a ad assaggiarle, le ortensie “vaniglia fragola” non sono commestibili, ma possono essere un’idea davvero originale per arricchire il proprio giardino.

L’American Nursery and Landscape Association le ha elette piante dell’anno, per la loro bellezza e peculiarità, oltre che per la capacità di adattarsi praticamente a qualsiasi ambiente. Questo articolo è dedicato a tutti coloro che hanno il pollice verde.

L’ortensia è una famiglia che vanta numerosi e diversi esemplari ma questa "Paniculata Renhy" risulta essere uno dei più apprezzati e sfruttati per la decorazione delle aiuole di casa. La ragione sta senza dubbio nell’estetica briosa e allegra delle sue tinte pastello, e ugualmente nelle sue doti di versatilità e resistenza.

La si riconosce immediatamente per i fiori bianchi e rosa, con sfumature davvero caratteristiche, e come se non bastasse è anche molto facile da coltivare e far crescere intorno alle siepi domestiche. Tutto ciò che serve è sole in abbondanza, ovviamente acqua e un fertilizzante concepito apposta per il tipo di pianta.

Le ortensie "vaniglia fragola" possono arrivare a misurare oltre 20 cm, quindi si suggerisce di piantarle in un angolo del giardino dove abbiano sufficiente spazio per prosperare. Vanno curate principalmente durante l’estate, periodo in cui necessitano di essere innaffiate regolarmente. La buona notizia è che d’inverno vanno praticamente “in letargo”, i fiori si chiudono e non hanno nemmeno bisogno di acqua.

Per la fioritura l’appuntamento è alla primavera successiva, quindi per chi volesse prendere in considerazione l’idea di piantarle a casa, meglio farlo intorno a marzo o ad aprile, perché farlo al termine dell’estate avrebbe poco senso. Semi, germogli o intere piante possono essere acquistate da qualsiasi fioraio oppure ordinate online, così al prossimo ciclo di fioritura ci si potrà godere la vista e il profumo di questi magnifici doni di madre natura.

Tags: NaturaUtili
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie