Non aspettare che sia il tempo a guarire le ferite: sei tu a decidere quando è ora di curare il tuo dolore - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Non aspettare che sia il tempo a guarire…
Questa lettera è per te, che ti preoccupi sempre degli altri e mai di te stessa Essere madre è il più grande atto di coraggio che una donna possa fare

Non aspettare che sia il tempo a guarire le ferite: sei tu a decidere quando è ora di curare il tuo dolore

3.519
Advertisement

Sentiamo dire spesso che il tempo guarisce le ferite, ma ognuno di noi sa quanto non sia sempre vero. In questi casi è il tempo che non sta facendo il suo dovere? Non proprio: siamo noi che non vogliamo lasciare andare il passato, ma ci aggrappiamo ad esso facendoci trasportare via dal momento presente. 

Quando rimaniamo ancorati ad un fatto o ad una persona appartenente al passato, il tempo semplicemente non passa ed è per questo che non riuscirà mai a curare le nostre ferite. 

Il tempo non fa altro che far passare giorni, mesi, anni: è l'unico modo in cui "guarisce" le ferite, ma alcune volte non basta allontanarsi temporalmente da un trauma. Anzi, il ricordo che provoca dolore si intensifica giorno dopo giorno.

Se il dolore diventa una costante, un compagno sempre presente, la causa non riconducibile agli eventi esterni né al tempo che non fa il suo dovere. Se stiamo male per troppo tempo è perché siamo noi che impediamo alle ferite di richiudersi. Siamo fermi ad un momento passato della nostra vita, non ci spostiamo da lì, ed è questo che ci impedisce di stare meglio.

immagine: Ben White/Unsplash

Il tempo non ha il potere di trasformare gli eventi negativi in positivi, rimarranno come sono per sempre: siamo noi, però, ad avere il potere di mollare la presa e lasciare scorrere. Ecco la soluzione: tornare a vivere il momento presente, lasciando che gli eventi del passato sbiadiscano man mano.

Non è facile lasciare andare, ma è una questione di amor proprio: è amando se stessi che nasce l'esigenza di stare meglio, costi quel che costi. Viene più naturale muoversi per tornare ad essere felici quando il proprio benessere diventa qualcosa di molto importante. Fino a quando crederemo che sia la sofferenza a farci sentire vivi, non riusciremo a scappare via dal brutto ricordo.

Questo potrebbe voler dire perdonare, dimenticare o al massimo lasciare andare. Non sforziamoci di odiare qualcosa che non c'è più, piuttosto concentriamoci sulla cura delle ferite, facendole rimarginare una volta per tutte. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie