Si dimette dopo il suo primo giorno di lavoro: "Non mi era concessa nemmeno una pausa su un turno di 8 ore"

Marta Mastrogiovanni

18 Gennaio 2023

Si dimette dopo il suo primo giorno di lavoro:
Advertisement

Lavorare è diritto sacrosanto di ogni cittadino, al quale dovrebbero essere assicurati i mezzi necessari, oltre ad una retribuzione proporzionata alla qualità e alla quantità del lavoro svolto, per condurre un'esistenza dignitosa. Purtroppo, come ben sappiamo, spesso e volentieri i datori di lavoro pagano il minimo indispensabile, sfruttando le capacità del lavoratore a proprio vantaggio. La protagonista di questa storia ha raccontato sul suo canale TikTok il suo primo giorno di lavoro presso un'azienda, rivelando di essersi dimessa subito dopo per ragioni specifiche e condivisibili. Ma vediamo nel dettaglio quali.

via TikTok / croissantwoman

Advertisement

TikTok / croissantwoman

Su TikTok si chiama "croissantwoman" e ha attirato l'attenzione dei suoi seguaci dopo aver confermato di aver lasciato il suo nuovo lavoro dopo la prima giornata. Nel video, la giovane elenca diversi elementi che avrebbero potuto indurla a dimettersi e a cercare un'altra occupazione, ma quello che le ha fatto davvero decidere di non poter restare era il fatto che ai dipendenti di quell'azienda non erano concesse pause durante le 8 ore lavorative. Oltretutto, la ragazza ha sottolineato di essere pagata il minimo sindacale sebbene il primo giorno le fosse stato richiesto di coprire mansioni che prevedessero un certo livello di responsabilità: 

"Queste cose fanno parte della gestione e se voleva che le facessi non sarebbe stato un problema, ma mi stava proponendo il salario minimo quando avrei dovuto essere pagata almeno uno o due dollari in più all'ora per svolgere quell'incarico, che non era di addetta alle vendite".

TikTok / croissantwoman

Ma, come detto, è il fatto di non poter avere nemmeno 5 minuti di pausa a rappresentare un problema: "Dovendo ricoprire turni di 8 ore essendo l'unica persona nel negozio, significa che non avrei mai potuto assentarmi per una pausa. Questo vale per tutti i dipendenti dell'azienda. Oggi non ho pranzato, perché è impossibile farlo alla cassa".

Sebbene la ragazza si fosse ripromessa di aspettare almeno una settimana prima di mollare quel lavoro, proprio perché lei stessa si considera una che "non molla facilmente" e soprattutto non molla al primo giorno, si è subito ricreduta una volta salita in macchina per tornare verso casa: "Ho avuto la netta sensazione di non volerci più tornare e non perché abbia qualcosa contro l'azienda, anzi, tutte le persone che ho conosciuto sono state molto gentili, ma non possono aspettarsi questo da me"

Voi che avreste fatto al suo posto?

Advertisement