Donna ricava "orsetti della memoria" dagli abiti delle persone che non ci sono più

Isabella Ripoli

20 Dicembre 2022

Donna ricava
Advertisement

Nel momento in cui viene a mancare una persona cara, non c'è mai un modo giusto o sbagliato per affrontare il triste evento. C'è chi riesce a farsene subito una ragione, mettendo da parte il dolore e impegnandosi in mille altri modi, e chi, al contrario, proprio non ce la fa ad accettare che quel parente o amico non sia più nella sua vita. Ognuno, poi, cerca di averne un ricordo speciale e di tenerne viva la memoria. 

Tantissime persone, per fare questo, si sono affidate all'idea di una giovane che ha decido di mettere in opera la sue doti di sarta per aiutare gli altri a non dimenticare. Scopriamo come.

via Metro

Advertisement

❤️ Grandad Bill ❤️ Can you see him? 👋🏼 Memory Bears are special bears made from clothing that belonged to a special person in your life. Mary 👕 ✂️🧵

Pubblicato da Mary Mac su Venerdì 29 ottobre 2021

Mary MacInnes è una 21enne che vive e lavora a Titchfield St, Kilmarnock, nel Regno Unito. Specializzata in tecnologia della moda presso la Heriot Watt University, la giovane è diventata famosa in tutto il mondo per aver inventato gli "orsetti della memoria". Piccoli peluche che hanno la funzione di tenere ben salda e viva la memoria di chi non c'è più. Com'è possibile? La donna riceve l'abito preferito della persona scomparsa e lo utilizza per cucire un pupazzetto, così da farlo assomigliare quanto più possibile all'originale. 

"Ho fatto il mio primo ricordo come favore per un amico - ha raccontato - e, pian piano, mi è stato chiesto di farne di più, ma li ho rifiutati perché volevo concentrarmi sull'università e sulla carriera come sarta di abiti da sposa. Eppure le richieste continuavano ad arrivare - ha proseguito Mary - ho ceduto e, una volta caricate le foto sulla mia pagina, hanno avuto un successo inaspettato. Ora sono impegnata ogni giorno nel realizzarne una".

Da una situazione privata si è passati a una vera e propria impresa, grazie alla quale la 21enne riesce a regalare un sorriso in più a chi si trova ad affrontare la scomparsa di un genitore, di un nonno, o di chiunque altro. Grazie a lei, l'abito che più piaceva a quella persona si trasforma e resta per sempre accanto a chi è in vita per tenergli compagnia. Senza contare che ognuno può decidere di aggiungere all'interno un oggetto particolare, o sul retro una tasca porta lettere.

"Creare gli orsetti della memoria è molto bello, ma stancante sia dal punto di vista fisico che da quello emotivo - ha dichiarato la giovane - Uno degli ultimi lavori mi è stato commissionato da un uomo con poche prospettive di vita che, però, voleva lasciare un ricordo di sé alle sue figlie. Mi ha detto di fare due peluche e poi di inviarli, ho pianto per l'intera durata del lavoro ed è stato emotivamente estenuante". 

Advertisement
Pubblicato da Mary Mac su Venerdì 21 maggio 2021

D'altro canto, ci sono anche momenti belli, soprattutto quando sul volto di chi le commissiona un orsetto prende vita la gioia nel veder trasformata una fotografia, un maglione o altro nel tenero oggetto. Gli abiti arrivano come "vecchi" ricordi e prendono una nuova vita quando si trasformano, e di questo i clienti ne sono più che grati. 

Speriamo che Mary continui ancora per tanto tempo e che la sua professione possa donare ancora tanti sorrisi - e perché no, lacrime di commozione - a chi decide di avere un orsetto così speciale.

Advertisement