Un papà malato di cancro muore 48 ore dopo aver tenuto tra le braccia la sua figlioletta appena nata - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un papà malato di cancro muore 48 ore…
Secondo la tradizione, essere Madrina o Padrino è un onore che dura per tutta la vita Una telecamera riprende 3 camerieri mentre sputano nel cibo di due poliziotti: licenziati e arrestati

Un papà malato di cancro muore 48 ore dopo aver tenuto tra le braccia la sua figlioletta appena nata

19 Maggio 2020 • di Simone Fabriziani
4.673
Advertisement

Il cancro è una malattia veramente balorda; certo, la medicina negli ultimi decenni ha fatto passi da gigante, si guarisce con ottimi risultati sempre di più, eppure ci sono casi e storie in cui chi ne è affetto, non guarisce dopo anni e anni di strenua battaglia. Il protagonista di questa storia commovente si chiama Jamie Hunter, ed è morto di cancro terminale 48 ore dopo la nascita della sua prima bambina. Una storia straziante che ha commosso il mondo intero.

Jamie Hunter, manager e direttore del Sutton United FC, aveva 38 anni ed era malato da tempo; uno dei suoi ultimi desideri era quello di poter abbracciare la figlioletta Harper-May prima di lasciare questo mondo; e così è stato: la bimba è nata di lunedì ma lui è deceduto soltanto 48 ore dopo, di mercoledì.

Tutto è iniziato nel 2019, quando Jamie e sua moglie Beccy erano al settimo cielo dopo la straordinaria notizia che aspettavano una bambina; dopo poco tempo, Jamie ha iniziato a provare dei lancinanti dolori intercostali, che si è poi scoperto essere causati da un cancro ai reni...

I am devastated to have today lost our 1st team manager, club icon and most of all true friend Jamie Hunter. I have so...

Pubblicato da Sutton United Football Club su Mercoledì 13 maggio 2020

Dopo un lungo periodo di cure e medici, alla fine il responso degli specialisti non è stato confortante: il cancro di Jamie si era diffuso al fegato, ed era praticamente irrecuperabile. La triste parabola di Jamie Hunter ha commosso non solo i suoi colleghi del Sutton United FC, ma anche gli ex-allievi dell'uomo di 38 anni, precedentemente amatissimo insegnante di educazione fisica in una scuola di Sutton Coldfield, nel Regno Unito.

Ma almeno, il desiderio di Jamie si è tuttavia avverato: poche ore prima di abbandonare i suoi affetti, è riuscito a vedere e tenere tra le sue braccia per la prima ed ultima volta la sua bellissima Harper-May, la cosa più bella della sua vita.

Addio, caro Jamie!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie