Un giovane violinista anonimo ha suonato delle dolci ninne nanne per i bimbi prematuri dell'ospedale di Cuneo

Marta Mastrogiovanni

06 Dicembre 2019

Un giovane violinista anonimo ha suonato delle dolci ninne nanne per i bimbi prematuri dell'ospedale di Cuneo
Advertisement

Sappiamo quanto sia grande il potere terapeutico della musica ― grandi e piccoli ne possono trarre enormi benefici. In particolare, la musica classica allevia lo stress ed è in grado di regalare un po' di calma anche a bambini appena nati. È per questo che un giovane violinista è andato a suonare dolci "ninne nanne" nel reparto di terapia intensiva neonatale dell'ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo. Il musicista ha voluto restare nell'anonimato, per dare spazio ed importanza esclusivamente agli effetti positivi del suo gesto.

via Repubblica

Advertisement

In occasione della giornata della prematurità, un giovane violinista ha eseguito un piccolo concerto per i bimbi prematuri (e per i loro genitori) del reparto di terapia intensiva neonatale dell'ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo. Lo stesso personale ospedaliero ha voluto fortemente "festeggiare" la particolare giornata in modo diverso; la fortuna ha voluto che abbiano trovato un violinista disposto a suonare per loro e per tutti i piccoli bimbi nati prematuri che lottano ogni ora per la sopravvivenza.

Il violinista vuole restare anonimo, per non destare scalpore con il suo gesto: "Lo faccio perché penso sia importante, non per farmi pubblicità".

Complimenti al personale dell'ospedale che si è attivato per rendere possibile un pomeriggio emozionante come questo e, naturalmente, al giovane musicista che ha donato la sua musica per una buona causa.

Advertisement