Quest'uomo ha dormito nel rifugio assieme alla cagnolina che nessuno voleva, riuscendo così a farla adottare - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Quest'uomo ha dormito nel rifugio assieme…
Ha perso la mamma e suo padre non riesce a pettinarla: l'autista dello scuolabus le fa delle acconciature stupende Questi divertenti gatti da tutto il mondo vi convertiranno alla loro religione con un sorriso

Quest'uomo ha dormito nel rifugio assieme alla cagnolina che nessuno voleva, riuscendo così a farla adottare

1.521
Advertisement

C'è chi farebbe davvero di tutto per regalare un po' di felicità e migliorare la condizione di un altro essere vivente. Questa storia, che ha come protagonista una bellissima cagnolina, ne è la dimostrazione. Queen è una dolcissima cagnolina che è rimasta al rifugio Great Plains SPCA per 400 lunghissimi giorni, in attesa che qualcuno la scegliesse come animale domestico e le desse un po' di affetto. Un uomo, di nome Scott Poore, ha deciso di aiutarla a trovare una casa, in modo davvero particolare.

via: NY Post

Scott Poore ha deciso che avrebbe dovuto fare qualcosa per aiutare quella sfortunata cagnolina e, così, si è letteralmente trasferito al rifugio per farle compagnia. L'uomo è il fondatore di un marchio di abbigliamento che sostiene e protegge i cani e, di fronte alla storia di Queen, non è potuto rimanere indifferente. Queen, infatti, non ha avuto una vita facile: viveva in strada ed è stata trovata in una discarica di Kansas City, nel Missouri.

Quando Queen è stata salvata e portata al rifugio, tutti credevano fermamente che il cane avrebbe trovato una nuova famiglia nel giro di pochissimo tempo, ma ciò non si è verificato. "Mi hanno raccontato tutti i diversi modi in cui hanno cercato di adottare Queen e nessuno di questi ha funzionato" ha raccontato Scott. Per questo, l'uomo ha pensato di fare qualcosa che attirasse maggiormente l'attenzione della gente sulla dolce Queen. I soccorritori del rifugio hanno subito accettato la proposta di Scott e gli hanno permesso di vivere nel rifugio per qualche giorno assieme alla cagnolina.

Advertisement

Detto fatto: nella "stanza" di Queen, Scott ha portato un letto per cani, una scrivania, una sedia pieghevole e una pianta. L'uomo è rimasto accanto a Queen per otto giorni, tornando a casa a fare la doccia e ad aggiornarsi sulle e-mail di lavoro. 

Sebbene il rifugio sia un luogo piacevole rispetto alla strada, non è comunque il posto adatto ad un cane. Un animale merita di meglio di un rifugio ― quando le luci si spengono e i volontari se ne vanno, ci sono sempre alcuni cani che abbaiano, provocando la reazione di altri cani che iniziano ad abbaiare a loro volta, creando un frastuono non indifferente. Insomma, per gli animali non è molto riposante. Scott, infatti, crede che un cane riuscirà a dormire in pace solo quando troverà una casa e una famiglia.

Per fortuna, tutti gli sforzi di Scott non sono stati vani e nel giro di una settimana la cagnolina ha trovato qualcuno disposto ad adottarla. "Una settimana fa, pochissime persone sapevano dell'esistenza di Queen, mentre ora si sono tutti  innamorati di lei. Sono orgoglioso di aver avuto un ruolo nella ricerca della sua casa".

Advertisement

Scott è rimasto molto soddisfatto ma, allo stesso tempo non vedeva l'ora di tornare a casa nel suo letto. "Non vorrei farlo ogni settimana. Ma se fosse la situazione giusta e l'animale giusto, lo rifarei assolutamente ".

Advertisement

Un uomo dal cuore d'oro che è riuscito, nel suo piccolo, a fare davvero tanto per un altro essere vivente.

Tags: AnimaliCaniStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie