Asti: la scuola per cani poliziotto sceglie di arruolare solo gli animali dei canili - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Asti: la scuola per cani poliziotto…
Secondo questa ricerca, gli uomini non esagerano quando hanno l'influenza: soffrono DAVVERO di più! I bambini al di sotto dei 4 anni non dovrebbero mangiare popcorn: ecco spiegato il motivo

Asti: la scuola per cani poliziotto sceglie di arruolare solo gli animali dei canili

3.495
Advertisement

Dal 2013 il carcere di Quarto d’Asti in Piemonte è promotore di un’iniziativa davvero innovativa per il recupero degli animali abbandonati nei canili. Il progetto prevede il recupero degli amici a 4 zampe inserendoli in servizio presso l’unità di polizia penitenziaria antidroga. Si tratta del primo esempio in Italia di riadattamento degli animali condannati ad una vita di solitudine, sfruttati per una funzione di pubblica utilità, dandogli anche una nuova vita.

L’idea nasce alcuni anni fa quando la struttura piemontese si è trovata in difficili ristrettezze economiche per l’acquisto di esemplari di razza pura, per i protocolli sanitari, il cibo e il mantenimento delle bestie. Da qui è nata l’intuizione di rivolgersi ai ricoveri locali e poi sempre più sul territorio nazionale.

Qui stazionano per lungo tempo animali che non riescono a trovare un famiglia che si prenda cura di loro, così grazie a questo progetto ora la Polizia è divenuta una nuova casa ed una seconda occasione. Il percorso non è certo semplice ed occorrono dai 4 ai 6 mesi di addestramento per avere un cane poliziotto da mettere in servizio attivo.

Dopo i primi 6 mesi di sperimentazione l’iniziativa si è rivelata un successo, anche grazie ai sistemi di interazione ed educazione che non prevedono punizioni ma solo attività di gioco con premi e rinforzi positivi. L’aspetto interessante è stato scoprire l’attitudine a questo tipo di azione anche per razze quali pittbull, bulldog e altre che di norma vengono considerate inadatte o troppo aggressive.

Quando poi i cani diventano troppo vecchi per l’azione si provvede al loro “pensionamento”, e nella quasi totalità dei casi sono gli stessi addestratori/partner umani che finiscono per adottarli. Durante tutto il periodo di lavoro si crea infatti un profondo legame che diviene infine amicizia vera.

Advertisement

Il sistema non solo consente ai cani abbandonati di trovare una ragione di vita ma li salva letteralmente la vita perché li toglie da strutture dove restano a volte per mesi o anni senza che nessuno reclami il loro affidamento.

Fino ad ora il Centro Addestramento Cinofili Antidroga di Asti ha reclutato e addestrato oltre 50 cani, fornendo il materiale umano e i compagni a 4 zampe a molti comandi di Polizia locale su tutto il territorio italiano. L’auspicio è che questa strategia venga adottata come metodo normale, diffondendosi dappertutto e aiutando gli amici animali ad avere una migliore qualità di vita.

Tags: AnimaliCaniStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie