Lega il muso del suo cane con del nastro isolante: il giudice gli infligge una condanna esemplare - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Lega il muso del suo cane con del nastro…
Ecco cosa puoi fare durante l'estate per alleviare la fastidiosa ritenzione idrica 5 rimedi fai da te e 100% naturali per affrontare l'assalto delle zanzare

Lega il muso del suo cane con del nastro isolante: il giudice gli infligge una condanna esemplare

3.855
Advertisement

La violenza e la crudeltà non guardano in faccia a nessuno: non importa chi sia la vittima, le sue qualità e il suo passato raramente riusciranno ad impedire un ignobile sopruso.

Questo è particolarmente evidente quando si tratta di violenza sugli animali, come nel caso di Caitlyn, un cane orrendamente maltrattato e sfregiato, soltanto per aver abbaiato troppo.

Fortunatamente, Caitlyn non solo è salvo, ma il suo aguzzino è stato portato in giustizia, ed ora dovrà pagare per il suo crimine.

Caitlyn è un cane bruno e bianco, nato da un incrocio di Staffordshire bull terrier, che nonostante la sua bellezza e simpatia a soli 15 mesi è stata maltrattata in maniera orribile: infatti nel maggio del 2015 fu ritrovata nel South Carolina con il muso legato dal nastro adesivo, talmente stretto da averle lacerato la pelle, interrotto la circolazione ed incastrato la lingua fra i denti in maniera irreparabile.

La cagnolina fu presa in cura dalla Charleston Animal Society, che si fece carico di tutte le spese veterinarie: occorsero varie operazioni chirurgiche per salvarle la vita, ed il muso.

Advertisement

Il responsabile fu identificato grazie ad una testimonianza, che mise i detective sulle tracce di William Leonard Dodson, 43 anni: arrestato, l'uomo fu accusato tra l'altro di possesso si droga ed armi da fuoco, oltre di abuso su animali. Peraltro, Dodson era già conosciuto alla giustizia, per una trentina di reati precedenti. Interrogato, Dodson dichiarò che aveva agito perché il cane abbaiava troppo e non riusciva a farlo smettere.

Il tribunale distrettuale degli Stati Uniti lo ha così condannato a 5 anni di carcere, la pena massima per la crudeltà sugli animali nel South Carolina. Sebbene non si sommi ai 15 anni di carcere che ha ottenuto per le altre due accuse, il giudice Markley Dennis ha voluto così lanciare un forte messaggio sull'intollerabilità dei maltrattamenti sugli animali: "Non sto cercando di essere cattivo, ma vorrei poter dare di più"

Aldwin Romano, portavoce della Chrleston Animal Society, ha dichiarato alla corte che non avrebbe mai dimenticato le sofferenze subite da Caitlyn, anche durante le cure: "Ricordo di aver visto la paura nei suoi occhi. Sono state 36 ore di tormento".

A proposito della decisione della corte ha poi aggiunto: "Penso che questo mandi il messaggio che cose simili non saranno più ammesse.  A livello giuridico faremo tutto il possibile per fermare questi atti, e poi andremo oltre e cambieremo le nostre leggi per renderle più forti".

Infatti gli animali "sono vittime che non possono parlare con la polizia di ciò che hanno subito. Ma non si tratta solo di animali. Quando persegui crimini di crudeltà verso gli animali, scopri altri crimini. Sappiamo che le persone che abusano degli animali probabilmente faranno del male alle persone".

L'organizzazione ha fatto conoscere la storia di Caitlyn su facebook, raccogliendo così molte adesioni e dei fondi con cui sostenere le cure per gli animali maltrattati di cui si occupa. 

Dopo la riabilitazione, Caitlyn ha trovato una famiglia che lo ha adottato, con bambini e conoscenze veterinarie – Caitlyn avrà infatti bisogno di cure per tutta la vita, che saranno però coperte dalla Charleston Animal Society. Su di lei Romano dice "Sta vivendo la vita, e spero che un giorno dimenticherà ciò che ha vissuto."

Auguriamo anche noi alla dolce Caitlyn di dimenticare le violenze del passato anche grazie alle cure amorevoli della sua nuova famiglia e dei suoi tanti amici e fan; e speriamo che simili maltrattamenti continuino ad essere perseguiti dalla legge, fino a scomparire.

Tags: CaniStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie