L'incidente capitato a questo bambino ci fa capire perché i pop-corn non devono essere dati ai più piccoli - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
L'incidente capitato a questo bambino…
Tua mamma è l'unica amica che ti sarà vicina sempre, nel bene e nel male Un giornalista va in un canile per scrivere una storia, ma un cane lo mette davanti ad una scelta difficile

L'incidente capitato a questo bambino ci fa capire perché i pop-corn non devono essere dati ai più piccoli

28.841
Advertisement

Uno dei lati positivi del social media è la condivisione delle esperienze personali, che possono portare altre persone a conoscere cose importanti in anticipo.

È proprio questo il motivo per cui una mamma ha deciso di scrivere su Facebook l'inferno che la sua famiglia ha vissuto, solo perché suo figlio di 2 anni ha mangiato qualche pop-corn in una serata qualsiasi.

Ecco cosa è successo e cosa possiamo imparare dalla loro esperienza. 

"Ho deciso di condividere la nostra esperienza perché, raccontandola, molte persone sono rimaste scioccate e sorprese dalla pericolosità dei pop corn", ha detto Nicole Johnson Goddard, la mamma di Nash, il bambino malcapitato.

Sono gustosi, costano poco, hanno un basso contenuto calorico e i bambini li amano: i pop-corn sembrano essere lo snack perfetto per il pomeriggio o la sera davanti ad un film. Ma neanche Nicole pensava che potessero essere anche pericolosi. 

"Lo scorso sabato stavamo guardando un film alla TV tutti insieme. Accompagnavamo il tutto con dei pop-corn. Anche Nash ne ha mangiati e non è accaduto nulla di strano. Il giorno dopo aveva una leggera tosse, ma pensavo avesse preso lo stesso virus che girava in casa".

Nash, però, continuava a tossire e alla fine si è aggiunta anche la febbre: la mamma, allarmata, si è accorta che c'era qualcosa che non andava nel suo respiro.

All'ospedale, Nash è stato sottoposto ad una lastra toracica: il dottore ha evidenziato qualcosa a livello dei polmoni ed ha voluto proseguire con una broncoscopia. 

I medici hanno poi deciso di operare il piccolo Nash perché nei suoi polmoni c'erano i pop-corn che aveva mangiato qualche sera prima: il suo corpo aveva prodotto pus riconoscendo i pop-corn come corpi estranei e ciò aveva provocato una forte infiammazione.

Ci sono volute due operazioni chirurgiche per rimuovere tutti i pop-corn e solo dopo aver ripreso la buona salute Nash è stato dimesso.

Infiammazioni così importanti possono essere fatali per bambini così piccoli: la storia poteva andare molto peggio ma, nonostante i genitori siano felicissimi di avere ancora Nash tra le braccia, la loro preoccupazione è che la stessa cosa possa capitare a qualche altro bambino.

I pop-corn non sono adatti per essere mangiati da bambini sotto i 5 anni. Bisogna fare molta attenzione a cosa si dà da mangiare ai bambini piccoli e per qualsiasi dubbio è meglio rivolgersi al pediatra di fiducia. Ne vale la vita dei nostri piccoli!

Tags: BambiniCiboStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie