Un cane salva la vita al suo umano tenendolo al caldo per tre giorni e proteggendolo dai coyote - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un cane salva la vita al suo umano tenendolo…
Bambini: niente cellulare prima dei 10 anni, parola di pediatri L'aria di mare aiuta a combattere il cancro e a ridurre il colesterolo... lo confermano gli scienziati

Un cane salva la vita al suo umano tenendolo al caldo per tre giorni e proteggendolo dai coyote

8.497
Advertisement

L’origine del detto “il cane è il migliore amico dell’uomo” si perde nel tempo. La sua veridicità però si basa su un’infinità di episodi e di storie che testimoniano cosa sia capace di fare un compagno a 4 zampe per il proprio padrone: questa è una di quelle storie. 

La vicenda in questione si svolge nella comunità di Kanaka Bar nella British Columbia ed ha come protagonisti l’allora adolescente Joseph Phillips-Garcia e Sako, un King Shepherd di 4 anni. Joseph stava trascorrendo una giornata di pesca in montagna insieme ad una zia, alcuni amici e a Sako. Tornando a casa l’auto su cui stavano viaggiando perse il controllo e si schiantò. L’urto fu violentissimo, soltanto Sako e Joseph riuscirono a sopravvivere all’incidente. Il ragazzo aveva riportato diverse ferite e aveva una gamba fratturata.

In stato di shock perdeva spesso conoscenza, così Sako gli è rimasto accanto per due notti e tre giorni tenendolo al caldo con il proprio corpo. Sako però non si è limitato a questo: per permettere al ragazzo di bere, il cane lo ha aiutato a trascinarsi a forza verso un torrente che si trovava non molto distante. Come se la situazione non fosse già abbastanza drammatica purtroppo il peggio doveva ancora venire.

Una notte Joseph, sopraffatto dalla stanchezza, si era addormentato, quando venne svegliato di soprassalto da rumori e ululati nella boscaglia: erano i coyote che si stavano avvicinando. Non appena Sako li ebbe fiutati si alzò e si gettò nei cespugli per affrontarli e tenerli lontani dal suo padrone. Joseph riusciva solo a sentire i rami scuotersi e i versi della lotta. Dopo diversi minuti che gli erano sembrati lunghissimi Sako tornò accanto a lui, un po’ provato per il combattimento con degli animali selvatici ma ancora in buone condizioni.

Dopo 40 ore dalla loro scomparsa finalmente il cane e il ragazzo vennero ritrovati e riportati a casa.

Joseph si rimise completamente e ancora oggi, quando racconta questa storia con il cuore colmo di riconoscenza, ripete che deve la vita al suo inseparabile amico a 4 zampe. Purina, l’azienda leader al mondo nel settore petcare ha inserito Sako nella 47a Hall of Fame degli animali, per onorare la sua grande dimostrazione di amore e di coraggio.

Tags: AnimaliCaniStorie

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie