Il figlio dodicenne si toglie la vita: i bigliettini che trovano i genitori rivelano l'impensabile - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il figlio dodicenne si toglie la vita:…
Questo è il gatto più grande di New York... ed è davvero gigantesco! 9 utilissimi consigli per tenere gli interni della tua auto in ordine e puliti il più a lungo possibile

Il figlio dodicenne si toglie la vita: i bigliettini che trovano i genitori rivelano l'impensabile

4.283
Advertisement

Piangere la morte di un figlio dev'essere davvero il dolore più grande che una persona possa trovarsi a vivere.
Come purtroppo si legge sempre più spesso in questi anni, il giovane Andrew Leach (Southaven, Mississippi) si è tolto la vita perché pensava di non poter affrontare una vita in cui il bullismo e le paure legate al suo orientamento sessuale lo avrebbero sempre reso oggetto di scherno. Aveva solo dodici anni, eppure è riuscito a compiere un gesto estremo di cui è importante continuare a parlare.

via: wreg.com

Mio figlio si è tolto la vita perché...

I genitori del giovane Andy sono a pezzi: rientrando a casa un martedì come tanti hanno trovato il loro bambino in garage senza vita. Di ritorno da scuola, dopo l'ennesimo episodio di bullismo, Andy ha creduto così intensamente di non poter più sopportare quei tormenti da riuscire a compiere quel gesto senza ritorno.

I genitori di Andy hanno dichiarato di sentirsi colpevoli per l'accaduto. 

"Non ci siamo resi conto che nostro figlio aveva bisogno di aiuto: era socievole, amava stare col gruppo degli scout ed era sempre sorridente, non dava a vedere il dolore", ha detto la madre, Cheryl.

"Siamo venuti a sapere molte cose su ciò che stava passando realmente solo quando abbiamo trovato dei bigliettini il giorno in cui si è tolto la vita: pare che a scuola alcuni compagni avessero iniziato a molestarlo verbalmente dopo che lui aveva confidato di sentirsi confuso a livello di orientamento sessuale, che pensava di poter essere bisessuale", ha dichiarato invece il padre, Matt.

Advertisement

"Pensiamo che nostro figlio non fosse a conoscenza del supporto che i casi di bullismo ricevono nel nostro distretto scolastico; noi abbiamo reso pubblica la sua storia perché vogliamo che qualsiasi giovane si trovi ora nella sua stessa condizione sappia che esiste una linea telefonica dedicata e anche perché speriamo di convincerli a confidarsi coi genitori, a dire loro cosa stanno passando, a denunciare".

Il bullismo sembra essere un problema dilagante fra i giovani di tutti il mondo. Ecco perché è importante continuare a fare sensibilizzazione su di esso.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie