Una ragazza muore all'improvviso: per i genitori è colpa di una comunissima bevanda

Marco Renzi

14 Settembre 2017

Una ragazza muore all'improvviso: per i genitori è colpa di una comunissima bevanda
Advertisement

Commettere errori è una parte importante del processo di crescita di un essere umano, poiché attraverso di essi viene costruito il bagaglio di esperienze che lo accompagnerà per la vita. Compito dei genitori è quello di vigilare sul fatto che la gravità di questi errori non superi il limite del pericolo, e a tal proposito la comunicazione genitori-figli può essere fondamentale.

A volte però risulta davvero difficile proteggere i ragazzi da comportamenti apparentemente innocui che, senza che se ne rendano conto, mettono a repentaglio la loro vita. Come nel caso di Lanna Hamann.

via azfamily.com

Advertisement

La giovane ragazza viene descritta da tutti come uno spirito allegro e amante della natura, sempre impegnata tra lo sport, le amicizie e i viaggi. Fu proprio durante il suo ultimo viaggio in Messico però, che la sua giovane vita fu portata via.

Mentre si trovava in spiaggia con gli amici, Lanna ha avuto un attacco di cuore dal quale non si è ripresa nonostante gli sforzi del personale paramedico.

La sua famiglia è rimasta ovviamente devastata, anche perché la morte di una ragazza così piena di vita e in salute sembrava davvero inspiegabile. Per fare luce sull'accaduto fu eseguita quindi un'autopsia.

La ragazza, come previsto, fu trovata in salute, ma risultavano delle sostanze particolari nel suo corpo. Venne fuori, con enorme rammarico dei genitori, che Lanna consumava regolarmente bevande energetiche (come molti altri suoi coetanei), e che poco prima di morire ne aveva ingerita una.

Advertisement

Come ha spiegato successivamente il cardiologo Jack Wolfson, non vi è ovviamente un rapporto diretto di causa-effetto tra l'ingerimento di un energy drink e la morte. Tuttavia il consumo ripetuto di questa sostanza alza moltissimo i livelli di zucchero e caffeina nel corpo, con conseguenze sulla pressione sanguigna.

I genitori non possono quindi essere certi che l'incidente non potesse essere evitato: rimarranno sempre con il dubbio che, se la ragazza avesse ingerito meno bevande energetiche, forse avrebbe potuto salvarsi.

Esprimendo tutta la nostra vicinanza alla famiglia colpita da una tragedia così grande, abbiamo voluto diffondere la sua storia per rendere consapevoli genitori e figli dell'importanza della moderazione.

Il mondo che abbiamo intorno ci alletta in continuazione con tentazioni a basso costo, alcune apparentemente innocue. Concedersi dei vizi non è un dramma, ma esagerare può portare a conseguenze inaspettate.

Advertisement