Insegnante non assegna compiti per casa: "potranno stare di più con i genitori e fare altre attività" (+ VIDEO) - GuardaCheVideo.it
x
Insegnante non assegna compiti per casa:…
Donna viene licenziata dopo soli 2 giorni di lavoro: si vendica cancellando 211 appuntamenti dell'azienda Sposati da oltre 15 anni, dormono in camere separate:

Insegnante non assegna compiti per casa: "potranno stare di più con i genitori e fare altre attività" (+ VIDEO)

18 Giugno 2022 • di Isabella Ripoli
4.652
Advertisement

La scuola è sempre molto importante per i bambini. Si inizia sin da quando si è molto piccoli e serve non solo per apprendere nozioni nuove e acculturarsi, ma anche per entrare in contatto con gli altri, socializzare, imparare a rapportarsi e comprendere, anche tramite situazioni di gioco, l'importanza della condivisione. Si parte di solito dall'asilo per poi arrivare, strada facendo, alle scuole elementari e via di seguito. Di solito i primi anni sono caratterizzati da situazioni molto tranquille tramite cui il bambino inizia ad entrare nel meccanismo sociale, quando poi si arriva alle elementari, l'impianto scolastico si modifica e vengono introdotti nuovi metodi e cose da fare, tra cui i compiti a casa.

È proprio di questo che vogliamo parlarvi e dell'approccio originale che ha avuto un'insegnante del Texas rispetto alle assegnazioni per casa. Scopriamolo insieme.


Lei è Brandy Young, un'insegnante elementare presso la Godley Indipendent School District, che durante l'anno scolastico ha inviato una lettera ai genitori dei bambini della sua classe. 

"Cari genitori. A seguito di alcune ricerche condotte durante l'estate, ho deciso di applicare un nuovo metodo di lavoro con i vostri bambini - recita la missiva - Gli unici compiti a casa che svolgeranno a casa gli alunni consisteranno nella conclusione di quanto è stato iniziato in classe. Io non assegnerò ulteriori cose da fare, poiché le mie ricerche non hanno dimostrato che implementare lo studio a casa sia positivo per la crescita delle competenze di ogni ragazzo. Vi chiedo, però, di fare con i vostri figli alcune cose che, di sicuro, li aiuteranno a migliorarsi dal punto di vista personale. Tra queste ci sono le cene in famiglia, la lettura di libri fatta insieme, giocare all'esterno e andare a letto presto". 

Indicazioni che sono state date ai genitori e che sono state accettate. Un nuovo metodo per cercare di far raggiungere una maturità e una preparazione ai ragazzi tramite attività che vanno al di là dei soli compiti scolastici e che, soprattutto, mettono al centro il rapporto con i genitori. Proprio questo, infatti, è uno dei motivi che ha spinto la maestra Brandy ad attuare una scelta diversa dal solito. 

In molti hanno apprezzato la sua decisione e Samantha Gallagher, una delle mamme della sua classe, ha postato la lettera sui social. La foto ha ottenuto molte visualizzazione ed è stata condivisa quasi 70.000 volte. Un record che dimostra quanto il metodo di quest'insegnante fosse apprezzato e ritenuto idoneo per la crescita degli allievi. "Siamo contenti che, una volta rientrata a casa, la nostra piccola possa fare anche altre attività - ha commentato la Gallagher - Potrà giocare, uscire, socializzare e trascorrere più tempo con la famiglia". 

Advertisement

Molti utenti sono stati d'accordo e hanno proferito parole di congratulazioni per l'insegnante. Quest'ultima non ha assolutamente escluso la possibilità di assegnare qualcosina per casa nel corso dell'anno scolastico e a seconda delle esigenze, ma ha parlato di una riduzione del lavoro. 

Voi che ne pensate? Ritenete che sia giusto oppure siete dell'idea che assegnare compiti da fare a casa sia importante?

Tags: BambiniFamigliaStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie