"Ho deciso di andare a caccia di me stessa": le parole di una mamma che ha scelto di prendersi degli spazi per sé

di Simone Fabriziani

27 Marzo 2021

"Ho deciso di andare a caccia di me stessa": le parole di una mamma che ha scelto di prendersi degli spazi per sé
Advertisement

Vivere e portare avanti un matrimonio, e quindi una vita di coppia soddisfacente, non è una passeggiata di salute. Nonostante ci sia di mezzo l'amore, un sentimento che fa passare ogni difficoltà della vita di tutti i giorni, gli ostacoli e le incomprensioni sono sempre dietro l'angolo. Essere sposati significa convivere e sopportare, nel senso migliore dl termine, vizi e virtù della controparte, che ci piaccia o meno. Una cosa che sa benissimo questa donna, protagonista di una storia molto curiosa...

via Today

Advertisement
jentri.nelson/Facebook

jentri.nelson/Facebook

La protagonista di questa curiosa storia di coppia si chiama Jentri Gilbert Nelson, ha un marito di nome Adam e assieme a lui ha tre bellissimi figli. Una cosa che Jentri sapeva già sin dall'inizio del carattere e delle passioni di suo marito è che a lui piaceva tantissimo andare a caccia, due volte a settimana; un hobby che lo faceva distrarre dalla routine quotidiana. E lei invece? Aveva del tempo tutto per se stessa?

Nonostante all'apparenza Adam possa sembrare un padre di famiglia e un marito accentratore ed egoista, la verità non è affatto questa; a spiegarlo è stata la stessa Jentri in un post su Facebook in cui spiega che anche lei, quando riesce, "va a caccia", ma non di tacchini, anatre o cervi...

Advertisement
jentri.nelson/Facebook

jentri.nelson/Facebook

Secondo la donna, il matrimonio è una questione di compromessi, di dare e di avere, di agire e di ricevere di conseguenza; come ha affermato Jentri, "Devi imparare a condividere sia le responsabilità che il divertimento. Altrimenti, il matrimonio può portare a litigi e amarezza. Datevi spazio a vicenda per respirare un po' e prendervi dei momenti solo per voi stessi."

Che è esattamente quello che ha fatto questa moglie e madre; quando Adam non andava a caccia, lei si prendeva del tempo solo per se stessa, di comune accordo con il marito, e "andava a caccia di se stessa""Mio marito ed io abbiamo lavorato duramente per creare un equilibrio nel nostro matrimonio. Cerchiamo di bilanciare con successo il tempo: il tempo del lavoro, il tempo con i nostri figli, il tempo con gli altri e il tempo da soli. Come madre, mi sono sempre sentita in colpa per aver dedicato del tempo a me stessa. Tuttavia, man mano che il mio lavoro diventava più impegnativo, ho capito che se non avessi avuto il tempo di rilassarmi da sola, non sarei stata il tipo di moglie, madre e avvocatessa che avrei voluto essere. Quella consapevolezza è dove è iniziato per me il momento della caccia, ma di un altro tipo."

jentri.nelson/Facebook

jentri.nelson/Facebook

La donna ha poi continuato a raccontare: "Il giorno in cui ho scritto il post su Facebook, ero seduta nella vasca da bagno. Avevo appena detto a mio marito che avevo bisogno di un po' di tempo per "andare a caccia". Stavo pensando a quanto sia sciocco chiamare il mio tempo libero "caccia", ma anche a quanto sia importante per me il tempo per me stessa, quanto sia necessario per la mia salute mentale.

Ho pensato di condividere un breve post su Facebook che possa incoraggiare altre mamme a godersi il tempo per loro stesse senza sentirsi in colpa. Le mamme indossano tanti "cappelli", per così dire; a volte volte devi toglierti tutti quei cappelli e basta. Devi solo sdraiarti nella vasca, leggere un libro, cacciare con la mente, allenarti...qualunque cosa tu voglia fare."

jentri.nelso/Facebook

jentri.nelso/Facebook

Un consiglio, quello di Jentri su Facebok, che ha scatenato molte polemiche, ma altrettante riflessioni molto interessanti. Molti utenti del web hanno accolto con mente aperta la decisione di questa mamma e moglie, che si prende dei momenti per sé stessa per dedicarsi alla sua salute interiore ed esteriore, lasciando che il marito si occupi della casa nel frattempo.

Una bella lezione di reciprocità e di come in un matrimonio, anche nel migliore che si rispetti, il compromesso e il desiderio di ritrovare se stessi, anche solo per qualche minuto al giorno, può fare veramente la differenza.

E voi, siete d'accordo con Jentri?

Advertisement