"Sei grassa": bimba di 8 anni viene bullizzata a scuola, ma invece di "combattere" scrive una lettera al bullo - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
"Sei grassa": bimba di 8 anni viene…
17 clienti del supermercato che hanno decisamente travisato il significato di decenza e buon gusto 16 persone convinte di aver lanciato un nuovo trend ma che in realtà hanno solo sbagliato parrucchiere

"Sei grassa": bimba di 8 anni viene bullizzata a scuola, ma invece di "combattere" scrive una lettera al bullo

26 Gennaio 2021 • di Marta Mastrogiovanni
12.139
Advertisement

Riuscire ad educare i figli senza recriminarsi nulla o senza commettere errori è un'utopia alla quale molti genitori aspirano. La verità, purtroppo, è che pur facendo del proprio meglio in quanto genitore, sarà impossibile riuscire a controllare tutte le possibili situazioni nel mondo esterno in cui il nostro bambino si caccerà. L'importante, però, è offrire delle solide basi e dei principi saldi, che possano indicare sempre la giusta strada. 

Una mamma australiana, Mel Watts, si è chiesta più volte se fosse una buona madre per i suoi quattro figli. Ora, dopo che sua figlia di 8 anni, Ivie, è riuscita a gestire egregiamente una situazione spiacevole di bullismo a scuola, si è finalmente data una risposta.

La risposta di Mel al suo grande quesito esistenziale è stata del tutto positiva. A fugare ogni dubbio è stato proprio il comportamento messo in campo dalla figlioletta di 8 anni, la quale era stata bersaglio a scuola di parole poco carine nei suoi confronti. I bambini, si sa, possono essere molto cattivi con le parole e, anche nei fatti, scadere in atti di violenza psicologica e di bullismo. Una sua compagna di classe, infatti, aveva poco carinamente detto che Ivie era grassa. La piccola, pur avendo una buona autostima, è rimasta particolarmente colpita da quella parola, dal modo in cui la compagna l'aveva definita.

Non contenta di come si erano svolte le cose, Ivie ha deciso di scrivere una lettera alla sua compagna di classe, per capire il motivo di quell'offesa e, soprattutto, per impedirle di ripetere quella parola nei suoi confronti. Come ha voluto sottolineare Mel, la lettera non è stata affatto una "dichiarazione di guerra" contro la compagna di classe, ma un modo piuttosto diplomatico di esprimere un altro punto di vista.

Advertisement

"Continuerò a pesarmi, ma questo è il mio corpo, io amo chi sono e non lo cambierò mai e non mi interessa quello che gli altri o tu pensi di me. Mi importa solo del fatto che mia madre, mio ​​padre e la mia famiglia mi amino" - con questa frase la piccola Ivie ha reso orgogliosissima sua mamma, dimostrando di essere in grado di difendersi da sola e di avere la giusta dose di autostima.

La mamma ha capito che la compagna di classe probabilmente non intendeva ferire Ivie consapevolmente. Secondo quanto riferito, le due bambine hanno personalità diverse e stanno "imparando a conoscersi e a conoscere il mondo". Dopo questo scambio, per fortuna, hanno superato i loro disaccordi e ora sono in rapporti amichevoli.

Mel può essere davvero orgogliosa di sua figlia: la sta crescendo bene!

Tags: BambiniFamigliaStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie