Un paziente affetto da Covid-19 entra in coma a Bergamo e si risveglia a Palermo: "al sud mi hanno resuscitato" - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un paziente affetto da Covid-19 entra…
Un uomo di 88 anni noleggia una gru per portare un messaggio d'amore alla finestra della moglie in isolamento Una nonna di 88 anni si canta da sola

Un paziente affetto da Covid-19 entra in coma a Bergamo e si risveglia a Palermo: "al sud mi hanno resuscitato"

20 Aprile 2020 • di Marta Mastrogiovanni
2.485
Advertisement

Forse non se lo immaginava Ettore Consonni, 61 anni, che a Palermo, nel profondo sud, avrebbe trovato la sua salvezza. Eppure è successo: l'ex-magazziniere originario di Bergamo, dove vive con la sua famiglia, era appena tornato da un viaggio a Santo Domingo per festeggiare i 40 anni di matrimonio con sua moglie, quando ha iniziato ad avvertire i primi sintomi di Covid-19. L'uomo è stato ricoverato a Seriate, nel Bergamasco, il 4 marzo 2020 ― in quella zona la situazione era già molto critica allora ed era necessario liberare posti in terapia intensiva, così l'uomo è stato trasportato all'ospedale di Palermo, mentre si trovava in coma farmacologico. Gli aiuti ricevuti al sud sono stati così efficaci che l'uomo ha promesso che si tatuerà la Sicilia sul cuore dopo che questa pandemia si sarà conclusa: "Non è vero che al sud ci sono solo cose negative. Quell'ospedale è all'avanguardia".

via: AGI

“Mi sono addormentato a Bergamo, la mia città, e mi sono svegliato a Palermo. Ma io mica ci credevo...”. Racconta Ettore...

Pubblicato da Andrea Fabio su Domenica 19 aprile 2020

Quando si è risvegliato, l'uomo ricorda di aver sentito medici e infermieri parlare con accento siciliano, ma ricorda anche di aver pensato che forse si trattavano di emigrati al nord. Il suo stupore è stato incontenibile quando il personale gli ha riferito che un aereo militare lo aveva trasportato all'ospedale di Palermo. "Mi sono addormentato a Bergamo, la mia città, e mi sono svegliato a Palermo" ha detto Ettore, dopo quasi un mese di coma. Il 30 marzo, infatti, la sua situazione è migliorata sensibilmente, tanto che non ha avuto più bisogno della respirazione artificiale. Una settimana dopo è arrivato il primo tampone negativo e a Pasqua il secondo: l'uomo è ufficialmente guarito. Anche se in alcuni momenti si è abbattuto per la sua situazione, il personale ospedaliero lo ha assistito costantemente, incoraggiandolo sempre. Anche i suoi figli e sua moglie non hanno mai smesso di supportarlo: Ettore ha 5 nipotini e una figlia che presto si sposerà...traguardi importanti a cui un nonno e un padre non possono mancare!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie