Coronavirus: un proprietario di case rinuncia all'affitto di 80 appartamenti per aiutare gli inquilini in difficoltà

Lorenzo Mattia Nespoli

07 Aprile 2020

Coronavirus: un proprietario di case rinuncia all'affitto di 80 appartamenti per aiutare gli inquilini in difficoltà
Advertisement

La pandemia da Coronavirus sta costringendo i governi di tutto il mondo ad adottare misure restrittive per limitare i contagi. Si tratta di una realtà con cui milioni di persone ormai convivono da giorni e destinata, oltre a limitare le possibilità di diffusione della malattia, anche ad avere ovvie ricadute negative sull'economia e sulle condizioni economiche di tante persone.

In molti hanno perso il lavoro, si trovano a percepire stipendi ridotti o a non poter aprire la loro stessa attività, con notevoli perdite. Per fortuna, spesso c'è chi si rende conto di tutte queste difficoltà, e decide di agire in prima persona per dare una mano a chi rischia di non farcela. Mario Salerno, un proprietario di immobili di Brooklyn, è stato protagonista di un gesto meraviglioso, pensato per mettersi dalla parte dei suoi inquilini.

via The New York Times

Advertisement

EWTN/Youtube

Salerno possiede circa 80 appartamenti, abitati da più di 200 persone. Tra loro, ovviamente, c'è anche chi sta pagando più di altri le spese della quarantena e del blocco delle attività. Così Mario, senza pensarci due volte, il 30 marzo 2020 ha annunciato a tutti i suoi affittuari che per il mese di aprile non gli avrebbero pagato l'affitto. Se infatti per molte persone, in questa situazione di difficoltà economica, può essere difficile persino fare la spesa, pagare la rata dell'affitto può diventare un vero problema.

«Sto rinunciando all'affitto per il mese di aprile 2020. State al sicuro, aiutate i vostri vicini e lavatevi le mani!»Con queste semplici parole stampate su alcuni cartelli all'ingresso dei condomini, Salerno ha annunciato la sua decisione. Intervistato sul fatto, il padrone degli immobili ha detto di avere a cuore prima di ogni altra cosa la salute e il benessere dei suoi affittuari, e di rendersi conto che, in queste condizioni, mettere del cibo sulla tavola può essere davvero difficile.

EWTN/Youtube

E la gratitudine, da parte delle persone che vivono negli appartamenti di Mario, non è tardata ad arrivare. Le loro sono storie di difficoltà quotidiane, reali, derivate dalla terribile crisi sanitaria che stiamo attraversando. Kaitlyn, ad esempio, ha dovuto chiudere il suo negozio di parrucchiere; Paul, invece, è stato licenziato dopo che la sua azienda ha chiuso per la quarantena.

Grazie alla generosità di Mario Salerno, ora, potranno dormire sonni un po' più tranquilli, sicuri che un'ulteriore spesa non graverà sul loro bilancio personale. Non c'è che dire: ciò che ha fatto questo proprietario di case è davvero esemplare: sono proprio questi i gesti di cui il mondo ha bisogno nel momento di difficoltà senza precedenti come quello che sta attraversando.

Advertisement

EWTN/Youtube

Advertisement