Fanno dei lavori in un campo di grano e ritrovano un battello affondato nel 1856... Integro! - GuardaCheVideo.it
x
Fanno dei lavori in un campo di grano…
Uno dei robot umanoidi più sofisticato che esista: le sue abilità motorie sono surreali! 22 foto storiche che ti sveleranno nuovi particolari del passato

Fanno dei lavori in un campo di grano e ritrovano un battello affondato nel 1856... Integro!

17 Novembre 2017 • di Marco Renzi
7.551
Advertisement

Nella seconda metà dell'Ottocento in America, come altrove, i battelli a vapore erano i mezzi di trasporto merci più utilizzati; navigavano i principali fiume del Midwest (Mississippi, Ohio e Missouri) collegando fra loro aree lontanissime e garantendo un cospicuo scambio di merci. A volte, però, succedeva che questi battelli affondassero e con loro il prezioso carico a bordo.
Nel 1987 uno di essi è stato ritrovato lì dove sorgeva un campo di grano e ciò che è stato portato alla luce ha dell'incredibile.


Sembra assurdo ma è proprio questa la scoperta fatta nella zona di Parkville (Missouri), una cittadina che sorge proprio sul fiume omonimo.

immagine: Arabia Steamboat Museum

Solitamente i resti di queste imbarcazioni sono molto danneggiati; in questo caso, però, i cimeli sono rimasti immacolati, integri come quando affondarono nelle torbide acque del fiume ben 160 anni fa.

immagine: Arabia Steamboat Museum
Advertisement

Sappiamo che si tratta del battello a vapore Arabia, costruito nel 1853: poteva trasportare più di 200 tonnellate di carico ed era fra le imbarcazioni più veloci e facili da manovrare dell'epoca.

immagine: Arabia Steamboat Museum

Dopo solo 3 anni di navigazione, però, l'Arabia andò incontro al suo infausto destino: partita il 30 agosto per raggiungere 16 città di nuova costruzione, affondò la settimana successiva dopo aver colpito un ramo di platano caduto in acqua.

immagine: Arabia Steamboat Museum

ll motivo dell'insolito luogo del ritrovamento si rintraccia nei resoconti storici dell'epoca: un secolo dopo l'affondamento, il corpo degli ingegneri dell'esercito intraprese dei lavori per modificare il corso del fiume.

immagine: Arabia Steamboat Museum
Advertisement

Parkville era proprio una delle zone interessate da questi lavori.

Il ritrovamento è avvenuto grazie alle assidue ricerche di un appassionato di battelli a vapore, David Hawley, che ha impegnato tutte le sue risorse per individuare e recuperare un relitto che era divenuto leggenda.

immagine: Arabia Steamboat Museum
Advertisement

Nel 1987, dopo lunghi studi sul possibile luogo del "tesoro" e dopo aver ottenuto il permesso di scavare dal proprietario del campo, David dimostrò di averci visto bene. Ma le sorprese erano appena iniziate...

immagine: Arabia Steamboat Museum

Gli scavi furono inizialmente finanziati dalla famiglia Hawley e in poco tempo fu chiaro che il carico merci dell'Arabia era rimasto intatto.

immagine: Arabia Steamboat Museum
Advertisement

Alla fine vennero riportate alla luce ben 200 tonnellate di oggetti in perfette condizioni: scarponi in gomma della Goodyear, bottiglie di champagne integre, selle, collane indiane e molto altro.

immagine: Arabia Steamboat Museum

Ben presto ci si rese conto che la mole del carico era talmente vasta e ben conservata che ci si poteva permettere di pensare in grande...

immagine: Arabia Steamboat Museum

Fu così che si decise di trasformare un ex mercato ortofrutticolo in un museo a cui è stato dato il nome del battello stesso e che attira tantissimi curiosi ogni anno.

immagine: Arabia Steamboat Museum
Tags: CuriosiScoperteStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie