"Un modo per dirsi addio": a Milano tablet agli ospedali per permettere ai pazienti di salutare i propri cari - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
"Un modo per dirsi addio": a Milano…
Un'infermiera scoppia in lacrime quando scopre che il supermercato è svuotato a causa dell'isteria da Coronavirus La mamma di una bimba immunodepressa implora tutti a non esagerare con l'acquisto dei disinfettanti

"Un modo per dirsi addio": a Milano tablet agli ospedali per permettere ai pazienti di salutare i propri cari

21 Marzo 2020 • di Simone Fabriziani
3.585
Advertisement

Mentre il COVID-19 continua ad aumentare il suo tasso di infezione nel mondo sin dalle sue origini a Wuhan, in oltre 100 paesi. Alcuni paesi come la Spagna e l'Italia sono stati principalmente colpiti da questa malattia, e sopratutto l'Italia in particolare ha avuto molte storie su pazienti e dottori che stanno conducendo la più importante battaglia contro il COVID-19, una vera e propria guerra contro un nemico invisibile. Nel mezzo di questa crisi, un gruppo del Partito Democratico del Municipio 6 di Milano ha avuto l'idea di aiutare le persone che sono isolate ad avere contatti con la loro famiglia.

" L'idea è nata per caso, quando ho sentito il dottor Cortellaro, capo dell'ospedale San Carlo di Milano, che ha raccontato in un'intervista il dolore delle persone che sono entrate in ospedale e che sono andate in completa solitudine e isolate dalle loro famiglie e amici, consapevoli di ciò che stava per accadere e della mancanza di mezzi tecnologici per poter effettuare videochiamate con i loro parenti", ha rivelato Lorenzo Musotto del Partito Democratico dl Municipio 6 di Milano.

E così, il gruppo milanese del partito politico ha acquistato dei tablet da donare in ospedale e in una casa di riposo, così i pazienti più gravi da Covid-19 hanno un'ultima possibilità per salutare e parlare con i propri cari.

immagine: Pxhere

"Conosco l'importanza di maschere, guanti e strumenti medici, ma il diritto di dire addio, per chi parte e per chi resta, non dovrebbe essere inferiore", ha detto Musotto.

Un'iniziativa sacrosanta per tutti quei pazienti, sopratutto nel Nord Italia, che sanno che un mostro invisibile li sta per divorare e che, isolati all'interno di una camera di ospedale asettica, vorrebbero vedere o ascoltare i propri cari, forse per l'ultima volta.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie