Coronavirus: 30 condomini di Cassino "rompono" la quarantena e organizzano una grigliata in barba al decreto - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Coronavirus: 30 condomini di Cassino…
L'emergenza da Coronavirus costringe il santuario di Lourdes a chiudere: è la prima volta nella storia Coronavirus, negli Usa i cittadini stanno mettendo le luci di Natale per rallegrare l'animo di chi è in quarantena

Coronavirus: 30 condomini di Cassino "rompono" la quarantena e organizzano una grigliata in barba al decreto

19 Marzo 2020 • di Simone Fabriziani
11.469
Advertisement

La quarantena forzata non è di certo una prospettiva di vita allettante, sopratutto se la scadenza al riposo e alla vita quotidiana al'interno delle quattro mura di casa è indeterminata e senza una data fissa. Non uscire e non vedere amici e conoscenti alla lunga può diventare alienante, e molti "furbetti" che non rispettano la quarantena causata dalla diffusione del Coronavirus fanno quello che possono per trovare scorciatoie di svago poco consone al momento delicato.

immagine: Pixnio

Quello che è successo a Via Garigliano a Cassino, in provincia di Frosinone, ha dell'assurdo: un gruppo di condomini di un palazzo di quella via, ha organizzato una vera e propria grigliata condivisa sul tetto dell'edificio; alla fine, il numero dei condomini partecipanti era di circa 30 persone che banchettavano in tutta tranquillità, senza rispettare le imposizioni del distanziamento sociale incluse nel decreto del Governo italiano, varato il 10 marzo.

I vicini di Via Garigliano, a Cassino, si sono ovviamente accorti del banchetto e del barbecue che stava avendo luogo in piena quarantena forzata e hanno prontamente avvertito polizia, carabinieri e guardie di finanza.

All'arrivo degli agenti, il fuggi fuggi dei condomini che partecipavano al barbecue è stato generale, anche se di quei 30 condomini, 10 non sono riusciti a sfuggire a richiamo e alla denuncia di polizia e carabinieri, mentre i restanti sono riusciti a nascondersi nelle proprie abitazioni in tempo. Il risultato? I 10 malcapitati se la sono successivamente presa con i fuggitivi, tirandoli fuori dalle loro abitazioni e prendendoli a calci e pugni per la "vigliacca" fuga...

Anche queste assurdità umane accadono ai tempi della quarantena nazionale da Coronavirus!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie