Colpo di calore nei bambini: una mamma racconta come un innocente sonnellino si è quasi trasformato in tragedia - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Colpo di calore nei bambini: una mamma…
Una base ai formaggi e verdure a fette: ecco come preparare una deliziosa e bellissima torta salata 5 facili punti da ricamo per imparare quest'arte affascinante e creativa

Colpo di calore nei bambini: una mamma racconta come un innocente sonnellino si è quasi trasformato in tragedia

23 Agosto 2017 • di Marco Renzi
46.985
Advertisement

Essere genitori apprensivi o iperprotettivi non è mai un fatto positivo, poiché si rischia di sommergere i piccoli con inutili stati di ansia. Bisogna però ammettere che avere la responsabilità di un essere inerme e vulnerabile è un compito davvero impegnativo, che nasconde insidie ad ogni angolo. Lo ha scoperto a sue spese la giovane Jennifer Abma, madre della piccola Anastasia, la quale si è trovata a fronteggiare un'emergenza inaspettata quanto terrificante.

Tutto è iniziato in una giornata molto calda: la piccola Anastasia si era coricata in cameretta per un riposino, che però era durato molto a lungo. Come qualsiasi altra mamma avrebbe fatto, Jennifer si è recata in camera per svegliare dolcemente la piccola. Da quel momento è iniziato il suo incubo, raccontato da lei in un post Facebook con lo scopo di evitare ad altri genitori la stessa terribile esperienza.

NB: la mamma ha precisato di aver scattato questa foto DOPO l'arrivo dell'ambulanza, quando il personale medico si stava già occupando della bambina e lei era lì di fianco in attesa.

"Era la mia sera, era il più spaventoso momento che potessi mai immaginare: un fortissimo colpo di calore.

Non c'è niente di più terrificante del non riuscire a svegliare tua figlia da un riposino. Questa è la prova che un bambino non ha bisogno di stare al sole per avere un colpo di calore.

Ci abbiamo messo 20 minuti a svegliarla, quando l'ambulanza è arrivata sono arrivati gli ispettori, perché non sapevano cosa aspettarsi, proprio come me.

Advertisement

Ecco un esempio di come le cose possono cambiare improvvisamente.

Anastasia si era stesa per un sonnellino, io non mi ero resa conto di quanto fosse calda la sua stanza finché non andai a svegliarla e la trovai zuppa di sudore, con il viso rosso, bollente e incapace di svegliarsi per un quarto d'ora; l'ambulanza è arrivata prima di quanto avessi immaginato e hanno rilevato il glucosio nel sangue a 1.2 mentre doveva essere oltre 4.

Le hanno somministrato saccarosio e dopo qualche minuto ha iniziato a piangere molto spaventata.

So che non è stata colpa mia, ma è difficile non incolpare se stessi in questi casi: questa è una dura lezione che ho appreso e spero che altri genitori possano farne tesoro e tenere sempre sotto controllo le stanze delle case perché possono essere pericolose come una macchina al sole.

Sono ancora molto scossa e non voglio immaginare cosa sarebbe potuto accadere se non fossi andata a svegliarla...

Di certo Dio ha voluto proteggerci, e sono molto grata al personale dell'ospedale e a Jay che sono arrivati così in fretta e hanno evitato una tragedia."

Probabilmente molti di noi non sospettano nemmeno che una cosa del genere possa accadere... Ringraziamo Jennifer per aver diffuso la sua esperienza, sperando che sia di aiuto ad altri e li salvi da esperienze terrificanti come questa!

Tags: BambiniSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie