Il tuo prato è invaso da questi fiori? Scopri i mille benefici che puoi trarre dal Tarassaco - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Il tuo prato è invaso da questi fiori?…
Come creare un giardino casalingo di erbe aromatiche riciclando barattoli di vetro Trasforma un uovo di Pasqua in un profiterol delizioso e bellissimo da presentare

Il tuo prato è invaso da questi fiori? Scopri i mille benefici che puoi trarre dal Tarassaco

21 Aprile 2017 • di Claudia Melucci
18.562
Advertisement

Stiamo perdendo moltissime tradizioni del passato, tra cui quella di riconoscere le erbe spontanee commestibili. Un prato offre una vasta quantità di radici, erbe e anche fiori che dovremmo inserire nella nostra alimentazione. Tra le varietà di specie vegetali commestibili ce n'è una in particolare che sicuramente avrete visto milioni di volte: stiamo parlando del tarassaco, anche conosciuto come Dandelion o dente di leone. Questa pianta la si può mangiare completamente, dalle radici, alle foglie fino ai boccioli. Ecco un articolo per conoscere tutti i modi per consumarla! 

Ecco in quali casi, di lieve entità, si può ricorrere al tarassaco.

immagine: pixabay.com

Trattamento dell'anemia: questa pianta aiuta a ripristinare i corretti livelli di ferro nel corpo essendone molto ricca. Inoltre le proprietà digestive facilitano l'assorbimento di questo minerale da parte dell'organismo. Se avete livelli bassi di ferro provate a preparare in casa questo infuso.

Portate ad ebollizione una quantità di acqua e del Tarassaco secco (sia i suoi fiori che le foglie): lasciate riposare l'infuso in una tazza coperta con un panno pulito. Al momento di berla potete aggiungere dello zucchero o ancor meglio del miele, in quanto la bevanda risulta leggermente amara. È consigliabile consumare l'infuso 3 volte al giorno, fino a quando i livelli di ferro non si saranno ristabiliti. 

Rimedio naturale per la stitichezza  gonfiore addominale: il tarassaco agisce come un lassativo ed è in grado di stimolare l'appetito, ridurre la costipazione e i disturbi gastrici. Per godere dei suo benefici preparate un'infuso di erbe secche, proprio come indicato per l'anemia. 

Il Tarassaco è ottimo per depurare il fegato.

immagine: takprosto.cc

Questa pianta è in grado di eliminare le tossine dal fegato, che in alcuni caso possono portare anche ad uno squilibrio ormonale. 

Riempite una pentola con 3 litri di acqua, aggiungete i fiori di tarassaco ed 1 kg di zucchero. Lasciate riposare la bevanda per 3 settimane, dopodiché potrete consumarla al posto del tè con un paio di cucchiaini di zucchero. 

Advertisement

Trattare le malattie della pelle.

immagine: takprosto.cc

I carotenoidi presente nella pianta ci aiutano ad ottenere una pelle sana. I livelli altamente alcalini del Tarassaco hanno inoltre un'azione antifungina: è consigliabile impiegarla nel trattamento di infezioni micotiche e microbiche della pelle, eczema e prurito. 

Per usufruire dei suoi benefici portate ad ebollizione 1 litro d acqua, poi aggiungete le radici secche del tarassaco e lasciate bollire per 5/10 minuti. Spegnete il fornello e lasciate in infusione: bevete l'infuso 3 volte al giorno. 

Una maschera per capelli naturale.

immagine: takprosto.cc

Lavare i capelli con del tè al tarassaco vi permetterà di eliminare il problema dei capelli grassi o fragili. 

Per preparare una maschera bollite una manciata di foglie fresche di Tarassaco per qualche minuto. Lasciate raffreddare poi applicate su tutta la lunghezza dei capelli. Raccogliete i capelli in un asciugamano e attendete 30 minuti. Trascorsa la mezz'ora lavate i capelli normalmente. 

Gli usi del tarassaco non finiscono qui: preparate una deliziosa marmellata di fiori di dente di leone.

immagine: pixabay.com

Per questa preparazione si devono utilizzare solo fiori gialli privati di tutte le foglie in modo da mantenere solo i petali. 

  1. Mettete i fiori in un tegame di acqua (misurate quanta ne usate) e portate ad ebollizione per 20 minuti. 
  2. Lasciate riposare il liquido per almeno 4 ore, l'ideale sarebbe una notte intera.
  3. Aggiungete una quantità di zucchero pari a quella dell'acqua e il succo di due limoni: portate di nuovo ad ebollizione e continuate a mescolare fino ad ottenere la consistenza desiderata.
  4. Versate la marmellata in barattoli precedentemente sterilizzati e chiudeteli ermeticamente, proprio come si fa con le marmellate tradizionali. 

Vi lasciamo con un ultimo impiego del Tarassaco: nel video vedrete unire i fiori della pianta all'aceto di mele in modo da unire le proprietà antibatteriche di quest'ultimo a quelle del dente di leone. Quello che si ottiene è un ottimo condimento per insalate, per stimolare la digestione e godere degli innumerevoli benefici di questa pianta! 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie