Scappa in un altro paese e finge un'amnesia totale: un gesto estremo per allontanarsi dalla suocera dispotica - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Scappa in un altro paese e finge un'amnesia…
16 foto che testimoniano il profondo legame che nasce tra un nipotino e i suoi nonni La suocera rasa la testa della nipotina di pochi mesi senza averne il permesso: lo sfogo di una mamma infuriata

Scappa in un altro paese e finge un'amnesia totale: un gesto estremo per allontanarsi dalla suocera dispotica

02 Ottobre 2020 • di Marta Mastrogiovanni
2.235
Advertisement

Per scappare dalla suocera c'è anche chi simula un'importante perdita di memoria e fugge in un altro Paese, senza farne parola con nessuno. È quello che è successo all'italiano Salvatore Mannino, imprenditore di Lajatico, un comune sito in provincia di Pisa, il quale scappò letteralmente in Scozia pur di dimostrare il suo rilevante ruolo di padre e marito. Inizialmente, Salvatore ha semplicemente affermato di aver perso completamente la memoria, senza che, apparentemente, ci fosse un secondo fine; ora, le autorità italiane stanno continuando ad indagare e, con il supporto delle perizie mediche, sembrano aver scoperto la messa in scena del signor Mannino.

immagine: Facebook / Tert.am

Salvatore Mannino, all'epoca 52 anni e imprenditore di azienda, è stato ritrovato dalle autorità scozzesi nella cattedrale di St Giles, a Edimburgo, completamente privo di memoria. L'uomo parlava un inglese infantile, non ricordava la sua lingua madre e nemmeno la vita che aveva condotto fino a quel momento. Gli psichiatri dell'ospedale di Edimburgo lo avevano definito un caso clinico, ma con il passare del tempo Salvatore ha "riacquistato la memoria", sembrerebbe, ed è emersa anche una sorta di "confessione".

Una volta partito, Salvatore aveva lasciato una valigetta con 10.500 euro, protetta da un codice numerico che il figlio maggiore, Filippo, iscritto a ingegneria aerospaziale, è riuscito a decifrare. Nonostante lui e la mamma Francesca fossero andati ad Edimburgo per riprendersi Salvatore, l'uomo li ha guardati con gli occhi di chi era la prima volta che se li trovava di fronte e ha domandato:"Who are you?", ovvero, "Chi siete?".

Si era alzato come al solito alle 7 del mattino, aveva fatto colazione e aveva accompagnato i figli a scuola. Poi, inspiegabilmente, ha raggiunto con l'auto Pontedera ed è andato fino a Edimburgo. Il motivo è rimasto un mistero fin quando non sono emerse le prime indiscrezioni, assieme alla "memoria recuperata": "Volevo dimostrare alla mia famiglia quanto sono importante per loro". Ad ascoltare le dichiarazioni di Mannino, sembra che dietro la sua scomparsa ci sia anche dell'altro: l'uomo ha raccontato di essersi sentito oppresso dalla suocera e di aver voluto ristabilire il suo ruolo di padre all'interno della famiglia. Le forze dell'ordine italiane lo hanno denunciato per simulazione di reato e abbandono di minori, ma resta da capire se dietro queste azioni insensate ci sia dell'altro. Quel che è certo, è che Salvatore ha creato molto scompiglio all'interno della sua famiglia, facendo preoccupare moltissimo la moglie Francesca e i suoi figli.

Tags: AssurdiStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie