Ha un infarto e non può coltivare il suo terreno: gli amici contadini arano tutto il suo campo al posto suo - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Ha un infarto e non può coltivare il…
Un'illustratrice mostra quanto vivere da sola possa essere meraviglioso per una donna 20 foto gioiose di bambini orfani che annunciano di essere stati finalmente adottati

Ha un infarto e non può coltivare il suo terreno: gli amici contadini arano tutto il suo campo al posto suo

20 Settembre 2020 • di Simone Fabriziani
2.084
Advertisement

Un buon vicinato è uno degli elementi più importanti per una vita privata serena senza complicazioni. Non soltanto perché nessuno vuole ovviamente noie, ma perché spesso e volentieri un vicino che aiuta un vicino è un grandissimo segno di solidarietà e senso della comunità. Una lezione di vita che senza dubbio ha imparato Lane Unhjem, un contadino del North Dakota che ha avuto infarto e ha visto la sua trebbiatrice andare a fuoco, rimanendo impossibilitato a lavorare il suo terreno.

via: KYFR

In tutta questa situazione di emergenza, i "vicini" contadini non sono rimasti con le mani in mano e hanno subito raccolto tutte le attrezzature che avevano disponibili e hanno cercato come potevano di arare il campo di Lane. Ci sono volute 11 mietitrebbie, 6 carri per il grano, 15 semilavorati e varie altre attrezzature agricole per arare tutto il campo, ma ce l'hanno fatta.

In meno di sette ore, i contadini generosi hanno arato con successo circa 400 ettari del terreno di Lane; un contadino molto amico di Lane, Dan Anderson, così ha commentato: " Gli Unhjem hanno un bel raccolto che sarà al sicuro oggi e, cosa più importante, hanno il conforto di sapere che hanno una comunità di amici che stanno aiutando, pregando e facendo tutto il possibile per aiutarli a superare questo momento difficile."

"Che grande senso di orgoglio possiamo provare tutti sapendo che quando affrontiamo qualcosa del genere, non siamo soli", hanno risposto dalla famiglia Unhjen, che ha così riscoperto il senso della comunità e della solidarietà in maniera piacevolmente inaspettata!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie