Mette in evidenza i baffetti con il mascara e sfida ogni standard di bellezza: "È normale essere pelosi" - GuardaCheVideo.it
x
Mette in evidenza i baffetti con il…
Donna incinta salta la messa per portare i figli a nuotare e finisce per salvare un bambino dall'annegamento Dà alla luce un bambino senza accorgersi di essere in gravidanza da mesi :

Mette in evidenza i baffetti con il mascara e sfida ogni standard di bellezza: "È normale essere pelosi"

19 Luglio 2021 • di Marta Mastrogiovanni
3.442
Advertisement

Depilarsi, tagliarsi i capelli e cercare di migliorare il proprio aspetto, nascondendo il più possibile le cosiddette imperfezioni, è ciò a cui la maggior parte delle donne (ma anche molti uomini) si dedicano quotidianamente. Non vorremmo mai che un pelo di troppo sul nostro mento possa essere visto come sintomo di trascuratezza o, peggio ancora, di bruttezza: è questo il pensiero comune di tante persone. Si tratta di quelle stesse persone che applicano una quantità discreta di filtri ai propri selfie, con l'unico scopo di "apparire belle". Joanna Kenny, un'estetista e influencer di Instagram, ha deciso di darci un taglio e di "lavorare" per normalizzare la normalità. Cosa significa? Significa che tutti abbiamo i peli sotto le ascelle, i baffetti e mille altre imperfezioni che sono proprie dell'essere umano e non dovremmo vergognarcene. Per sottolineare questo concetto, la donna si è voluta evidenziare i baffetti con il mascara e, naturalmente, le sue foto hanno fatto molto discutere.

Joanna si è accorta di avere una leggera peluria sul labbro superiore già durante l'adolescenza e ricorda di essere sempre stata molto imbarazzata e insicura rispetto a questa caratteristica tanto comune, quanto odiata. All'epoca, usava qualsiasi rimedio pur di nasconderli, fin quando la sua acne non è sensibilmente peggiorata e la depilazione dei baffi ha influito ulteriormente a provocarle altri inestetismi. Oggi, li sottolinea orgogliosa con il mascara e aspetta il tempo necessario prima di toglierseli. Ogni volta che ha i baffi o i peli sotto le ascelle, Joanna non pensa assolutamente di essere meno bella: "Scegliendo di non rimuovere la mia peluria non significa che non sono d'accordo con le altre donne che si depilano. Il punto è che tutti dovremmo avere la libertà di fare scelte per il nostro corpo senza paura del giudizio".

Purtroppo, il problema generale a cui fa riferimento Joanna e a cui lei stessa cerca, a modo suo, di porre rimedio, è stato amplificato dall'avvento dei social. Su Instagram siamo abituati a vedere foto di ragazze e ragazzi che sembrano apparentemente perfetti. Nessuna di loro sembra avere cellulite, pori dilatati, acne, peluria in eccesso: come fanno? Nascondendo tutto grazie al grande potere del ritocco fotografico. La vera domanda da porsi, però, è un'altra: perché dovremmo nascondere in maniera così ossessiva i nostri difetti? Siamo essere umani, non siamo perfetti e non meritiamo di vivere nell'insicurezza tutta la vita, soltanto perché la società in cui viviamo ha imposto degli standard che sono semplicemente irraggiungibili. È normale fallire e non riuscire ad eguagliare la pelle levigata e perfetta che solo con un filtro di Instagram riesce a donare.

Advertisement

L'influencer mostra abilmente quanto sia "facile" usare qualche filtro e il giusto trucco per mascherare qualsiasi inestetismo

"Ecco perché è importante normalizzare l'essere normali. Ho messo il mascara sui baffetti per sottolineare quanto sia normale essere pelosi. Non depilarmi la faccia non rende me o qualsiasi altra donna brutta" ha dichiarato Joanna. 

Noi pensiamo che il suo messaggio sia arrivato forte e chiaro. Voi che ne pensate?

Tags: CuriosiDonneStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie