Stress eccessivo: ecco i segnali che il corpo ci invia e che non vanno mai sottovalutati - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Stress eccessivo: ecco i segnali che…
Fingere che sei forte – la brevissima poesia di Paulo Coehlo che vi sembrerà scritta per voi Dopo 65 anni di matrimonio, si inginocchia di nuovo davanti alla moglie: un gesto d'amore di una bellezza rara

Stress eccessivo: ecco i segnali che il corpo ci invia e che non vanno mai sottovalutati

31.028
Advertisement

Sono sempre di più le persone che manifestano disturbi che vanno dalle dermatiti, a stati di ansia a problemi legati all'alimentazione: il più delle volte tra i sintomi, che possono apparire in prima analisi distinti tra loro, esiste un filo conduttore. È lo stress, quella condizione che pensiamo sia solo mentale e che invece si manifesta sul corpo in modi ben precisi.

Questi sono i segnali che il corpo ci invia per comunicarci che ci stiamo sottoponendo a eccessivo stress. 

  • Dolori alla schiena. Condizioni di stress cronico portano a produzioni eccessive di cortisolo e ad un sovraccarico delle ghiandole surrenali. Uno dei sintomi di stress eccessivo è il mal di schiena, localizzato nella parte bassa, dove – non a caso – sono collocate le ghiandole.
  • Disturbi intestinali. Sotto stress avviene un aumento delle catecolamine, dei neurotrasmettitori che possono alterare il rivestimento interno della mucosa dell'intestino. Inoltre questo sistema è strettamente collegato al sistema nervoso, e reagisce subito con fenomeni di stitichezza o diarrea se il sistema nervoso centrale risulta disturbato dallo stress.
  • Azione sul cervello. Il cortisolo ha un effetto diretto sulle cellule neuronali: non solo danneggia le cellule della regione dell'ippocampo, ma velocizza l'invecchiamento della materia cerebrale.

In generale il nostro corpo ci lancia però diversi campanelli d'allarme che possono aiutarci a prevenire un danneggiamento troppo prolungato, soprattutto riguardo al nostro cervello. Oltre ai classici dolori e all'irregolarità intestinale, altri eventi a cui prestare attenzione possono essere:

  • Perdita di memoria o annebbiamento (anche breve) delle capacità cognitive a cui di solito siamo abituati;
  • Squilibri dell'apparato scheletrico o muscolare;
  • Problemi ormonali che si manifestano con irregolarità del ciclo;
  • Cambiamenti nel metabolismo dei carboidrati e accumulo immotivato di grasso nel corpo;
  • Irritazioni cutanee;
  • Mal di testa ricorrenti e apparentemente senza cause scatenanti;
  • Sistema immunitario particolarmente vulnerabile.

Quando alcuni di questi sintomi ricorrono e - in seguito ad accertamenti medici - non sembrano legati a patologie rilevabili, è molto probabile che abbiano una radice nervosa e che siano scatenati dallo stress a cui siamo sottoposti. Potrebbe essere una preoccupazione interiorizzata per la situazione finanziaria, per una questione familiare irrisolta o una paura che non riusciamo ad ammettere. Potrebbe essere anche semplicemente un problema di riposo notturno incostante e di bassa qualità, che si ripercuote su un forte stress lavorativo.

Qualunque sia la causa, è bene non sottovalutarla mai ed affrontarla, prima che porti a conseguenze più serie.

Tags: BenessereSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie