La rivincita degli uomini calvi: secondo la scienza sono più intelligenti, forti e sexy - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La rivincita degli uomini calvi: secondo…
18 foto che vinceranno su ogni vostro tentativo di trattenere le lacrime A chi non dà valore alla tua presenza, regala la tua assenza

La rivincita degli uomini calvi: secondo la scienza sono più intelligenti, forti e sexy

7.210
Advertisement

In passato la calvizie era considerata fonte di imbarazzo, di disagio, e si faceva il possibile per nasconderla. Negli anni fortunatamente la moda e il cinema hanno definitivamente sdoganato l’essere “pelati”, trasformandolo da punto debole in fattore di attrazione. A confermarlo è anche un’indagine effettuata dai ricercatori dell’Università della Florida, che ha sondato l’opinione di un campione di partecipanti in merito al look “total shaved”.

immagine: Gage Skidmore

Pietra che ruzzola non fa muschio. La calvizie viene associata alla maggior quantità di materia grigia, come dire che non ci sono capelli perché si c’è troppo attività lì sotto per dare il tempo alla peluria di crescere. Oltre ad essere considerati più intelligenti gli uomini pelati sono anche ritenuti più informati e in gamba, quelli che cioè sanno come muoversi, cosa fare e che comprendono ciò che accade nel mondo.

immagine: GabboT/Flickr

Calvo uguale macho. Diversi anni fa la perdita dei capelli era immediatamente collegata all’invecchiamento, alla perdita di virilità, addirittura all’impotenza. Con il tempo la musica è decisamente cambiata, tanto che oggi l’essere calvi è sinonimo di mascolinità, di sicurezza e di vigore. Una testa liscia ora non è più sintomo di decadimento fisico ma anzi di maggior quantità di testosterone, e di una maturità che esprime carisma.

Advertisement

Meglio essere sexy che essere belli. Dal punto di vista strettamente estetico la chioma folta ha ancora il suo appeal, questo però non vuol dire che un uomo calvo venga considerato brutto, anzi. Esistono diverse tipologie di bellezza, e in generale quella oggettiva e quella soggettiva. Tratti somatici regolari, proporzioni simmetriche e determinati attributi del corpo sono oggettivamente connessi all’attrazione. Se però la testa a “palla da biliardo” non è paragonabile ad una criniera leonina, può invece rivelarsi più sensuale e scatenare desiderio.

immagine: Unsplash

L’identikit dell’uomo vero. I canoni sociali cambiano e si adattano, per cui si impara a connettere particolari simboli visivi con qualità morali, mentali e fisiche. Questo è proprio il caso della calvizie, divenuta l’emblema del potere e della passionalità. Per concludere perdere i capelli vuol dire ora acquistare fascino, l’importante è ricordarsi un solo dettaglio, in questo caso le mezze misure non vanno bene. Quindi se si comincia a stempiare inutile conservare quei quattro ciuffi spelacchiati, meglio darci un taglio del tutto.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
13 Novembre 2013
18.059
13 Maggio 2014
18.809
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie