La vita non è più la stessa dopo la morte dei genitori - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La vita non è più la stessa dopo la…
Se sei una persona forte, devi dire grazie a tua mamma Dedicato a tutti gli amici che, nonostante tutto, ci restano accanto

La vita non è più la stessa dopo la morte dei genitori

6.714
Advertisement

Non si è mai abbastanza adulti per non soffrire per la morte di un genitore. Non importa che ormai si abbia una famiglia propria, un lavoro e una vita da portare avanti, staccata da quella dei genitori: dentro di noi continua a vivere quel bambino che non vede l'ora di correre tra le braccia della mamma o del papà per sentirsi al sicuro.

La vita non è più la stessa quando un genitore se ne va; nella mente di chi rimane si affollano, pensieri, sensi di colpa, tristezze e ricordi. In un attimo non ci sono più quelle persone che in qualche modo definivano chi siamo. 

immagine: pexels.com

È una sensazione comune a molte persone che perdono uno o entrambi i genitori quella di sentirsi all'improvviso vuoti, inconsistenti. Il motivo per cui spesso ci si sente così dopo un evento simile è perché viene a mancare davvero qualcosa che ci faceva sentire pieni, stabili, con uno scopo. 

La morte è diversa da tutte le altre assenza che possono esserci state in precedenza; non è una questione di giorni, di mesi o di anni. Non ci sarà mai più l'opportunità di parlare con il genitore che se n'è andato, di ridere delle sue fissazioni o di arrabbiarsi per le sue eccessive preoccupazioni.

immagine: pixabay.com

C'è chi dice che ci si dovrebbe sforzare di accettare la morte di un genitore; ma è impossibile riuscirci. Al massimo ci si fa l'abitudine ad un vuoto sempre più in espansione. Non è solo una persona che se ne va; è un pezzo di noi che non ritroveremo mai più, di cui saremo privati per sempre. Ecco che allora si capisce l'importanza di godersi i genitori giorno dopo giorno; quando ormai è troppo tardi per rimediare.

I figli si ritrovano grandi all'improvviso e, non rendendosi conto che gli anni sono passati per loro come per i genitori, pensano che il giorno in cui verranno a mancare è ancora molto lontano. Nella mente di un figlio la figura del genitore rimane sempre quella dell'infanzia, quando la mamma e il papà erano giovani, in forze e in salute. È un po' nascondere a se stessi la verità che anche loro invecchiano e, prima o poi, se ne vanno.

Advertisement
immagine: pixabay.com

Poi, quel giorno arriva e non si è mai preparati abbastanza per digerirlo come si dovrebbe; neanche dopo una lunga malattia quel giorno arriva come conseguenza naturale.

Potrà sembrare banale ripeterlo, ma è davvero l'unico rimedio per fare in modo che la morte di un genitore si affronti senza sensi di colpa; viveteli fino all'ultimo, non fate in modo che la vostra vita vi allontani da loro più del normale. Quando avvertite che tra voi e i genitori si crea una distanza, fate di tutto per riempirla di nuovo!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie