La lettera che il tuo adolescente non riesce a scriverti – ogni genitore dovrebbe conoscere queste parole - GuardaCheVideo.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La lettera che il tuo adolescente non…
Le donne che si svegliano presto sono meno inclini alla depressione Le persone che stanno bene da sole mostrano tutte queste 8 caratteristiche

La lettera che il tuo adolescente non riesce a scriverti – ogni genitore dovrebbe conoscere queste parole

25.749
Advertisement

L'adolescenza assomiglia molto ad un'esplosione: ogni emozione viene vissuta dal ragazzo o dalla ragazza in maniera amplificata, come se ognuna lasciasse un segno indelebile. Dall'altre parte, i genitori vivono quell'esplosione come la distruzione del legame che si era costruito. Genitori e figli non sembrano parlare più la stessa lingua, non si capiscono; i primi lottano per contrastare il cambiamento, i secondi per dargli libero sfogo.

Questa lettera, scritta dalla psicologa americana Gretchen L. Schmelzer, fa da ponte tra le due parti che non si parlano più: ha l'intento di veicolare un messaggio per cercare di mettere pace in una guerra senza precedenti. 

immagine: pexels

Caro genitore,

Questa è la lettera che vorrei poterti scrivere.

Parla della battaglia che stiamo combattendo ora, in questo momento. Ne ho bisogno. Ho bisogno di questa battaglia. Non posso dirtelo perché non ho le parole adatte e se anche te lo dicessi non avrebbe alcun senso. Ma ho bisogno di questa lotta. Disperatamente. Ho bisogno di odiarti. Ho bisogno che tu sopravviva al mio odiare te e al tuo odiare me. Ho bisogno di questa lotta anche se sono il primo ad odiarla. Non importa cosa sia a scatenare la battaglia: il coprifuoco, i compiti a casa, la mia stanza incasinata, l'uscire, il restare a casa, l'esserci o il non esserci, la fidanzata, il fidanzato, il non avere amici, il fatto di averne di cattivi. Ho bisogno di lottare con te e che tu combatta con me.

Ho un bisogno disperato che tu tenga l'altra estremità della corda. Che tu la tenga stretta quando io la tiro dall'altro lato – mentre trovo nuovi appoggi per le mani e per i piedi in questo mondo nuovo. Un tempo sapevo chi ero, chi eri tu, dove fossimo. Ma adesso non lo so più. In questo momento sto cercando i miei confini e spesso riesco a trovarli solo quando mi scontro con te. Allora sento che esisto e posso respirare per un minuto. Lo so che ti manca tanto quel dolce bambino che ero. Lo so perché anche a me manca, e questa mancanza è qualcosa di molto doloroso per me.

immagine: pixabay.com

Ho bisogno di questa battaglia e ho bisogno di vedere che per quanto cattivi e amplificati siano i miei umori, loro non distruggeranno né me né te. Ho bisogno che tu ami anche quando do il peggio di me, anche quando sembra che non ti voglio bene. So che fa schifo essere visti come una cattiva persona. Mi sento allo stesso modo, ma ho bisogno che tu lo tolleri anche facendoti aiutare da altri adulti. Perché io non posso farci niente, adesso. Parlane alle mie spalle, dei problemi di vivere con un adolescente, ma non mollare. Non mollare. Ne ho bisogno.

Questa è la battaglia che mi insegnerà che la mia ombra non è più grande della mia luce. Questa è la battaglia che mi insegnerà che i cattivi umori non significano la fine delle relazioni. Questa è la battaglia che mi insegnerà ad ascoltare me stesso.

Questa battaglia finirà. Come ogni temporale, andrà oltre. Me ne dimenticherò e lo stesso farai tu. Forse tornerà e allora avrò bisogno che tu riprenda l'estremità della corda. Ne avrò bisogno ancora per anni e anni. 

So che non c'è niente di gratificante per te in questa faccenda. So che non ti ringrazierò mai abbastanza e che nemmeno riconoscerò il tuo duro lavoro. Anzi, ti criticherò per tutto quello che hai fatto di sbagliato. Allora, mi affiderò di nuovo alla tua abilità di sostenere la battaglia. Non importa quanto io discuta, quanto io mi lamenti. Nemmeno per quanto tempo rimarrò in silenzio.

Per favore, rimani all'altro capo della corda. E sappi che tu stai facendo il lavoro più importante che qualcuno possa fare per me in questo momento.

Ti voglio bene,

il tuo Adolescente. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement
x

Per favore Accedi per caricare un video

Registrati tramite Facebook con 2 semplici click!
(Usiamo Facebook solo per velocizzare la registrazione e NON posteremo nulla sulla tua bacheca)

Accedi con Facebook

Ti è piaciuto il Video?

Clicca su "Mi piace" e non perderti i migliori della rete.

×

Già sono fan, grazie