Ragazzo di 15 anni se la prende con i genitori: "Ve l'avevo detto che avrebbe rovinato la mia festa"

Marco Bonavolontà image
di Marco Bonavolontà

05 Aprile 2024

Ragazzo di 15 anni se la prende con i genitori: "Ve l'avevo detto che avrebbe rovinato la mia festa"
Advertisement

Le feste di compleanno sono un lieto evento per riunire parenti e amici, per celebrare l'anniversario della nascita di una persona: insomma un modo tutto speciale per fare sentire unico qualcuno. Dunque, in una simile circostanza, si vorrebbe che tutto fosse perfetto, ma spesso gli imprevisti si verificano e basta. Ma non in questo caso.

Il ragazzo protagonista di questa storia aveva infatti già previsto tutto: sapeva perfettamente a cosa sarebbe andato incontro se nel giorno della sua festa ci fosse stato anche suo nipote.

Advertisement

Il racconto del giovane

Il racconto del giovane

Eduardo Barrientos/Pexels - Not the actual photo

Viziato, indisciplinato e troppo irriverente per dare ascolto a chiunque, ecco la descrizione perfetta della piccola peste che il ragazzo non voleva assolutamente partecipasse al suo compleanno. Stiamo parlando del suo nipotino di soli 5 anni. Può un bambino creare tanto scompiglio da rovinare un intero evento? A voi la sentenza finale.

Il ragazzo si è rivolto su un noto forum per raccontare la sua disavventura: "Avevo avvertito i miei genitori, gli avevo appositamente chiesto di non far venire il mio nipotino. Loro mi hanno risposto che alla mia festa avrebbero potuto partecipare tutti quanti, che non sarebbe stato carino escludere qualcuno, sopratutto il figlio di mio fratello maggiore", ha rivelato l'adolescente.

Per i suoi 15 anni temeva, anzi già sapeva, che le cose non sarebbero andate per il verso giusto con il piccolo "di mezzo". Tuttavia non poteva fare assolutamente nulla oltre che supplicare i suoi genitori di ascoltarlo. Loro avevano preferito ignorarlo.

Advertisement

La disastrosa festa di compleanno...

La disastrosa festa di compleanno...

Hina Mohsin/Pexels - Not the actual photo

"Non essere drammatico, non accadrà nulla di sconveniente alla tua festa e in ogni caso ce ne assumeremo noi la responsabilità", avevano tagliato corto i genitori del ragazzo. 

Alla fine la festa sembrava stesse effettivamente andando bene, poi l'arrivo del piccolo: "Ha tentato di spegnere le candeline della mia torta di compleanno, non c'è riuscito e così - stizzito - l'ha spinta facendola rovinare a terra!", ha raccontato il ragazzo. Però non era affatto sorpreso né particolarmente arrabbiato: era solamente deluso perché nessuno gli aveva dato ascolto.

Il fratello si era poi scusato con il 15enne e aveva ripagato il costo della torta, anche i genitori non avevano potuto far altro che dare ragione all'adolescente. Tre giorni dopo il ragazzo era stato invitato a cena dal fratello per rimediare allo spiacevole episodio della festa, ma il ragazzo non c'era voluto andare: aveva altri impegni.

Un'altra volta i genitori avevano finito per dargli addosso accusandolo di essere stato troppo duro con il fratello. "Io non do alcuna colpa a lui, siete voi gli unici responsabili di quanto è accaduto al mio compleanno", aveva infine esordito il giovane esasperato. I suoi avevano dato di matto ed era così partita l'ennesima ramanzina. Ora il 15enne si chiede se è lui ad essersi comportato male; vediamo i commenti degli utenti.

I commenti degli internauti

"Credo tu non abbia fatto nulla di sbagliato, anzi: piuttosto sono i tuoi genitori ad avere fatto una scenata per non sentirsi in colpa dell'accaduto", ha scritto qualcuno, "Temo che il tuo nipotino non stia venendo educato al meglio: il suo comportamento così viziato è tipico di un bimbo di 2, forse 3 anni, ma non di certo di uno che ne ha 5", ha detto un altro.

"I tuoi genitori ti avevano fatto una promessa e non sono riusciti a mantenerla. Riguardo tuo fratello avrebbe dovuto stare più attento a suo figlio, soprattutto quando si stava aggirando nei pressi della tua torta di compleanno.", ha dichiarato un altro ancora.

"Non hai alcuna colpa: avevi previsto tutto, ma nessuno ha voluto darti retta e ora chiaramente stanno provando a sminuire l'accaduto e a deviare l'attenzione sul tuo rifiuto di andare alla cena 'di scuse' organizzata da tuo fratello e anche qui hai dimostrato di saperti comportare come un ragazzo ben più grande della sua età", ha scritto un ultimo. Voi cosa ne pensate riguardo questa vicenda?

Advertisement